Manchette
domenica 26 Giugno 2022
Manchette
Altro

    Tv, come cambia il digitale terrestre dal 20 ottobre

    E’ partito il countdown e mancano ormai poche ore all’accensione della ‘nuova tv’ che si interfaccerà con un diverso standard video. Quello che conosciamo sotto il nome di MPEG2 lascerà infatti il posto al formato MPEG4. Già nella giornata di domani buona parte dei canali cambierà frequenza e standard di trasmissione, mentre altri rimarranno legati al vecchio fino ai primi del nuovo anno. Per il DVB-T2-HEVC si dovrà invece attendere il 2023.

    Ma come sapere se il proprio apparecchio televisivo è pronto per la ricezione del nuovo formato di trasmissione? Le TV compatibili con MPEG4 sono sul mercato ormai da qualche anno e si parla del 2010-2011. Vale a dire che molti modelli non necessitano di aggiunta alcuna di decoder per continuare a ricevere.
    La TV risulta dunque compatibile e già predisposta al cambio se già allo stato è possibile vedere un canale HD (ad esempio: 501 Rai1 HD, 505 Canale5 HD, 507 La7 HD o 64 SuperTennis).
    Nella notte tra il 19 e il 20 ottobre Mediaset e Rai apporteranno modifiche ai segnali e procederanno allo switch-off di alcuni canali per migrare in MPEG4. Legati al vecchio standard MPEG2 rimarranno Rai1, Rai2, Rai3, RaiNews24, Rete4, Canale5, Italia1, 20Mediaset, Cine34, Focus, Topcrime, Mediasetextra, La5, Iris, La7 ed altri che si riservano di comunicare la data del passaggio a tempo debito.
    Nel panorama dei canali che invece aderiranno da subito a questo nuovo standard di trasmissione ci sono Rai4, Rai5, RaiSport, RaiStoria, Rai Scuola, Rai Movie, Rai Premium, Rai Gulp, Rai YoYo, Boing Plus, TGcom24, Italia2, Radio105 TV, Radio 101 TV, Virgin Radio TV e 20Mediaset HD. 
    Quasi tutti i tv/decoder effettueranno in automatico la ricerca dei canali posizionandoli al posto dei vecchi canali MPEG2. Il passaggio avverrà di notte tra le 3 e le 4 e se all’indomani non si dovesse ricevere la trasmissione di un canale si renderà necessario procedere alla risintonizzazione manuale.
    Per il 20 ottobre la new entry in Italia è il canale di San Marino TV, la tv nazionale della Repubblica di San Marino, appunto, che si posizionerà presumibilmente sul numero 831 del telecomando. Da Gennaio 2022 sono previsti cambiamenti per molti altri canali, in particolar modo per quelli a bacino di utenza regionale.
    Resta inteso che non tutti i canali che effettueranno il cambio trasmetteranno in HD. E corretto, dunque, parlare di MPEG4 HD ma per il momento i canali non saranno HD (High Definition). Ci si dovrà invece accontentare del solo MPEG4 o per riprendere la terminologia cara a Mediaset, si potrà parlare verosimilmente di HQ (High Quality).
    Per venire incontro alle tasche degli italiani è stato previsto un bonusTV (pari al 20% di sconto con un massimo di 100 euro) sull’acquisto dei nuovi apparecchi, sposando la politica di rottamazione dei vecchi. Occhio però a non procedere precipitosamente o si rischia di rottamare anche tv perfettamente utilizzabili sino al 2023 (fatte salve addirittura ulteriori proroghe). Per allora il mercato offrirà certamente un ventaglio ben più ampio di modelli per accontentare anche i più esigenti.

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli