Manchette
venerdì 9 Dicembre 2022
Manchette
Altro

    L’allarme di Nitti: «Emergenza ignorata a livello nazionale»

    «I recenti fatti avvenuti a Barletta e Bisceglie, il fatto che si possa pensare di reagire con un coltello in un bar, che si possa andare in discoteca armati, sono indicativi di un problema nella fascia dei giovani. Credo che da parte delle istituzioni investire sulle politiche giovanili sia la strada giusta».

    Lo ha detto il procuratore di Trani, Renato Nitti, durante l’audizione davanti alla Commissione sullo studio del fenomeno della criminalità del Consiglio regionale. Il riferimento è ai due fatti di cronaca che a distanza di poche ore hanno scosso la comunità delle provincia di Barletta Andria Trani: l’omicidio avvenuto a Barletta all’esterno di un bar nel centro storico tra il 29 e il 30 ottobre e il ferimento di un giovane in una discoteca a Bisceglie. Nitti ha parlato della Bat come di una «provincia claudicante» dove il fatto che «così troppo a lungo le istituzioni provinciali non siano state completate, ha aggravato le criticità». Secondo il procuratore si tratta di «una emergenza ancora totalmente ignorata a livello nazionale, nonostante sia al primo posto per furti di auto e per rapine in appartamento, tra le prime dieci province in Italia per infiltrazioni criminali. Non ho mai visto un tale numero di attentati al patrimonio di appartenenti alle forze dell’ordine, come ordigni sotto le auto, secondo un’idea che lo Stato non sia in grado di reagire».
    Nitti ha anche lanciato un ulteriore allarme: «Ci sono tipologie di indagini che devono mettersi in coda, perché non abbiamo squadre investigative che possano sviluppare tutte le segnalazioni di reato».

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli