Manchette
martedì 16 Agosto 2022
Manchette
Altro

    Bari, che frenata nelle ultime quattro giornate

    Quattro punti nelle ultime quattro giornate, la porta violata negli ultimi sei incontri, con ben nove reti incassate, una media punti passata da oltre 2,5, mantenuta fino alla 9^ giornata, a 1 nelle ultime quattro uscite: sono i numeri a certificare quella che se non si può definire crisi è senza dubbio una netta flessione del Bari in campionato. Dopo un avvio brillante, a partire dal derby con il Foggia la squadra biancorossa è andata incontro ad un evidente calo, sia dal punto di vista dei risultati, sia delle prestazioni. Sotto accusa un possibile, quanto fisiologico gap fisico.

    Una circostanza senza dubbio non trascendentale considerando diversi fattori che possono aver inciso sulla parte atletica della squadra: innanzitutto la mancanza di preparazione a inizio stagione, a causa del ritiro effettuato a Storo fortemente condizionato dal focolaio Covid, e in secondo luogo, ma non meno importante, una rosa completata solo nelle ultime 48 ore di mercato, caratterizzate da ben sette arrivi, molti dei quali relativi a giocatori poi diventati titolari. Sotto accusa anche il rendimento di giocatori chiave nelle idee tattiche di Mignani. Botta e D’Errico su tutti. E una fase difensiva non più così solida.
    Nessun dramma, sia chiaro, ma questioni da non sottovalutare, né da prendere sotto gamba. Il Bari resta primo in classifica, a quota 27 punti, ma la brusca frenata degli ultimi quattro turni, con un bottino di una sola vittoria, un pari e ben due sconfitte, contro squadre potenzialmente non certo irreprensibili, hanno ridotto il margine di vantaggio sulle seconde, ora distanti appena quattro lunghezze. Alle spalle del Bari oltre al Monopoli, ormai non più sorpresa del girone meridionale, si piazzano il Catanzaro e il Palermo, grazie alle vittorie nell’ultimo turno rispettivamente contro Messina e Fidelis Andria.
    I rosanero dopo un avvio in sordina, hanno impresso un’accelerazione, fino al ruolino di tre affermazioni e un pareggio nelle ultime quattro giornate. Anche se più staccate, pure Foggia, Turris e Avellino hanno approfitto del doppio passo falso consecutivo in trasferta dei galletti, rosicchiando punti preziosi alla capolista. Margini che restano comunque rassicuranti per il Bari, ma che non possono e non devono rappresentare alcun motivo di rilassamento. Soprattutto a causa del momento di piccolo sbandamento accusato dalla formazione di Mignani.
    L’allenatore ligure non a caso dopo il ko di Castellammare era stato durissimo nella sua analisi, parlando di un Bari “poco squadra, confuso e vittima nel secondo tempo dell’ansia di riuscire a recuperare in fretta il gol di svantaggio”. “Dopo il gol subito ci siamo innervositi e abbiamo fatto confusione come ha detto il mister. Dovevamo invece essere consapevoli che c’era ancora tanto da giocare ed essere più lucidi”, ammette anche il portiere Gigi Frattali ai microfoni dell’emittente ufficiale della società, Radio Bari.
    L’estremo difensore “guarda il bicchiere mezzo pieno, sottolineando come in classifica il Bari sia ancora primo, a +4 sulle inseguitrici. Per Frattali non c’è un problema fisico, “anche perché nelle ultime gare abbiamo corso più degli avversari”, osserva. “Poi è chiaro che in certi periodi della stagione puoi essere più o meno brillante”, ammette il N1 biancorosso. Come ripartire? “Innanzitutto ci serviranno i nostri tifosi. Spero non si spenga l’entusiasmo dopo queste due sconfitte. Insieme dobbiamo cercare di chiudere l’anno solare con tanti punti. Cominciando da domenica con la Vibonese, senza sottovalutare l’avversario”.
    Intanto la squadra ha ripreso ieri gli allenamenti in vista dell’impegno di campionato contro i calabresi. Sessione pomeridiana sul campo del Centro Allievi della Guardia di Finanza, vista l’indisponibilità dell’Antistadio dove è stata effettuata una risemina del manto erboso. Buone notizie per il centrocampo: Mattia Maita ha lavorato in gruppo, evitando solo “esercitazioni con contrasto a scopo precauzionale”. Quasi certamente il mediano tornerà a disposizione per domenica prossima. 

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli