Manchette
venerdì 9 Dicembre 2022
Manchette
Altro

    Aliano capitale italiana della cultura 2024: approvata la mozione

    Approvata in consiglio regionale della Basilicata la mozione per Aliano Capitale italiana della cultura. Il paese è noto per il patrimonio paesaggistico offerto dai calanchi, ma anche per essere il luogo in cui lo scrittore Carlo Levi, autore del “Cristo si è fermato a Eboli”, fu confinato e poi sepolto alla sua morte.  «Si convochi subito un incontro tra Regione e Amministrazione di Aliano oltre che con i soggetti che a vario titolo sono coinvolti per lavorare da subito a strategie e programmazione e sulle possibili risorse da stanziare. La nostra mozione per il sostegno regionale alla candidatura di Aliano a capitale italiana della cultura 2024 è stata approvata a maggioranza e siamo oltremodo contenti e soddisfatti. Aliano può diventare un’altra pietra miliare nel percorso culturale della Basilicata se tutti contribuiamo al raggiungimento del risultato – lo dichiara il Consigliere Regionale Luca Braia, capogruppo Italia Viva – Ciò è perfettamente in linea con quanto abbiamo potuto ascoltare dallo stesso Presidente Bardi al convegno sul Marketing turistico promosso dall’APT a Matera. Le nostre strategie devono puntare sul turismo culturale e sulle passioni delle persone, sul turismo diffuso, sulle caratteristiche artistiche e paesaggistiche, sulle suggestioni dei nostri luoghi unici al mondo, sul racconto della Basilicata attraverso le persone, nel caso specifico del grande Carlo Levi, su una comunicazione più orizzontale, tramite un vero e proprio passaparola anche in rete, che verticale e solo pubblicitaria».

     

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli