Manchette
venerdì 12 Agosto 2022
Manchette
Altro

    Matera, gli assessori di Bernalda non saranno consiglieri

    «I cittadini di Bernalda e Metaponto devono essere fieri della decisione degli assessori di dimettersi dall’incarico anche di consigliere, per coinvolgere tutta la squadra che si è presentata davanti agli elettori. È un gesto di grande unione ma soprattutto di grande fiducia».

    Sono le parole del il sindaco Domenico Tataranno. Per la prima volta nella storia delle amministrazioni comunali di Bernalda, gli assessori non saranno anche consigliari. Infatti i membri della Giunta guidata dal Sindaco Domenico Tataranno, facenti parte anche del consiglio comunale, hanno deciso di dimettersi dall’incarico di consigliere comunale, cambiando di fatto l’assetto del Consiglio Comunale del comune jonico.
    «Mi preme, – continua il sindaco – sottolineare il messaggio che viene consegnato all’esterno, ai non addetti ai lavori, ai quali arriva un messaggio di grande coinvolgimento e di grande altruismo, che è poi il messaggio che la politica dovrebbe inculcare, quello non del sopraffare chi ti sta più vicino per farsi strada, quello di non accentrare i poteri in mano a pochi, ma cercare di coinvolgere il più possibile, nel modo più democratico che possa esserci, l’intero organico consiliare. Una grande lezione di democrazia quella fornita dai miei assessori, poiché di fatto l’organo esecutivo non votando i propri provvedimenti, lascia l’incarico pienamente al consiglio comunale, libero di votare».
    Gli Assessori, Francesca Matarazzo, Rocchelia Scarcella, Pino Greco, Giovanni Caroli, Antonio Perrone hanno lasciato dunque il banco consiliare ai 5 candidati non eletti durante la consultazione elettorale del 4 e 5 ottobre. Sono entrati dunque in consiglio, Davide Carbone, Felicia Caroli, Francesco Le Penne, Gianfranco Sortiero, Antonello Fusco. L’amministrazione comunale di Bernalda, non è tenuta per numero di abitanti, a far dimettere i membri della Giunta, qualora fossero anche consiglieri, dall’incarico consiliare. Il passaggio di consegne è avvenuto durante gli ultimi consigli comunali convocati dal presidente del Consiglio Nunzio Gallotta.
    «E’ un grande esempio di democrazia che consegna un messaggio importante e chiaro che si fonda sul rispetto e reciproca fiducia. Una grande decisione – conclude Tataranno –  che verrà presa anche come esempio per gli amministratori che verranno dopo di noi. Perché non si potrà non prendere in considerazione la scelta fatta dai miei assessori, all’inizio di questo nuovo percorso e di questa nuova consiliatura che parte davvero con solide basi».

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli