Manchette
venerdì 30 Settembre 2022
Manchette
Altro

    Foggia, procura chiede nuovo arresto per l’ex sindaco Landella

    La procura di Foggia ha chiesto al tribunale del Riesame di Bari l’arresto dell’ex sindaco di del comune capoluogo, Franco Landella, e di altre quattro persone, nell’ambito dell’inchiesta su alcuni appalti indetti dall’amministrazione cittadina e presunte tangenti, in cui sono complessivamente indagate 14 persone.

    Si tratta dell’inchiesta nella quale il gip del tribunale di Foggia dispose per Landella i domiciliari eseguiti il 21 maggio scorso, per poi rimetterlo in libertà il 31 maggio successivo, con interdizione dal posto di lavoro.
    La procura, nell’udienza che si è tenuta nei giorni scorsi, ha contestato sia l’ordinanza con cui il gip, Antonio Sicuranza, non accolse la richiesta di custodia in carcere per Landella, sia la successiva con la quale il giudice accolse l’istanza del difensore Michele Curtotti. Per i pm sarebbe ancora concreto e attuale il rischio di inquinamento delle prove, tenuto conto della vasta rete di conoscenze di Landella intessuta del tempo.
    Oltre all’ex sindaco la procura ha chiesto l’arresto per l’imprenditore edile Paolo Tonti, per gli ex consiglieri comunali della coalizione di maggioranza Dario Iacovangelo e Antonio Capotosto e per la moglie di Landella, Daniela Di Donna, dipendente comunale dell’ufficio di Gabinetto. Per Di Donna il gip dispone l’interdizione dal lavoro e la donna resta ad oggi sospesa, anche se ha chiesto il trasferimento negli uffici della pinacoteca.
    Il tribunale ha 45 giorni per decidere.

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli