Manchette
giovedì 29 Settembre 2022
Manchette
Altro

    Regione Puglia stanzia altri 62,5 milioni per strumento anticrisi rivolto a Pmi

    La Giunta regionale della Puglia ha stanziato altri 62 milioni e mezzo di risorse per finanziare il Titolo II Capo 3 Circolante, lo strumento anticrisi rivolto alle piccole e medie imprese.

    Tutte le aziende che hanno fatto richiesta dell’agevolazione entro l’8 gennaio 2021 (data di sospensione della presentazione delle domande) potranno, dunque, ricevere il contributo. Con questa ulteriore dotazione saranno agevolate tutte le domande presentate.
    A darne notizia è l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia Alessandro Delli Noci che spiega: «Così rispondiamo in modo concreto alle esigenze espresse dal nostro sistema produttivo. Quando abbiamo aperto questo strumento avevamo l’obiettivo di sostenere le imprese nella carenza di liquidità dovuta alle chiusure imposte dalla pandemia. L’avviso ha incrociato un’esigenza effettiva e dato una risposta immediata. Tuttavia era fondamentale per noi finanziare tutte le imprese candidate fino alla data di sospensione, per questo abbiamo fatto un ulteriore sforzo. La giunta ha deliberato uno stanziamento per altri 62.509.832 euro che unito alle economie conseguite finora, ci permette di agevolare le ulteriori 1.100 domande rimaste sospese». 
    Ad oggi sono 4.504 le imprese sostenute dalla Regione, con finanziamenti per più di 1,548 miliardi di euro. Con gli ulteriori fondi si potranno agevolare più di 5.600 imprese.
    «Complessivamente – ha aggiunto l’assessore al Bilancio della regione Puglia Raffaele Piemontese – con l’intera manovra contro le conseguenze economiche della pandemia, siamo riusciti a stare vicini a 20mila imprese e a 32mila liberi professionisti, generando una mole di finanziamenti a sostegno del capitale circolante superiore ai 2 miliardi di euro e, come ha osservato la stessa Banca d’Italia nel suo Rapporto annuale sull’economia regionale, l’intervento della Regione Puglia ha contribuito a determinare da noi un impatto della crisi minore rispetto a quanto avvenuto in altri territori del Paese».
    Titolo II Capo 3 è uno strumento di agevolazione finalizzato a far fronte a carenze di liquidità determinate dall’emergenza sanitaria da Covid 19, si rivolge a professionisti e ad imprese micro, piccole e medie che operano principalmente nei settori del commercio, dell’artigianato, del manifatturiero, dei servizi ed ha l’obiettivo di attivare nuova finanza da destinare alle immediate necessità per la ripresa delle attività economiche dopo il fermo imposto dall’emergenza da Covid-19.

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli