Manchette
domenica 25 Settembre 2022
Manchette
Altro

    L’Asl Zero nasce tra le polemiche. Zullo: «Poltronificio» Amati: «Occasione»

    La bagarre sul sistema sanitario pugliese è arrivata a coinvolgere il premier Mario Draghi ed i ministri Roberto Speranza (Sanità) e Mariastella Gelmini (Affari Regionali). Fratelli d’Italia non fa sconti a Michele Emiliano e chiede una valutazione tecnico-giuridica sulle ‘istituende’ nuove aziende ospedaliere (al Fazi di Lecce e San Cataldo di Taranto) e sulle nuove Asl Zero e della Prevenzione.

    Il presidente della Regione dovrà anche riferire in Consiglio regionale, come richiesto dal capogruppo di FdI, Ignazio Zullo, che ha inviato copia della sua interrogazione al governo nazionale: «Vogliamo comprendere la sostenibilità sul piano giuridico delle istituende Asl, oltre a voler capire la visione programmatica e progettuale del Presidente Emiliano. Le istituende Aziende sanitarie in Puglia sono in netto contrasto con il riordino della disciplina in materia sanitaria e appaiono uno stratagemma per moltiplicare posti per funzioni dirigenziali».
    Sulla nuova visione organizzativa del sistema interviene anche il consigliere del Pd e presidente della commissione Bilancio, Fabiano Amati: «L’Asl Zero è meravigliosa. Capisco la disputa politica, ma partiamo dall’idea. Abbiamo un’Azienda che si occupa di amministrazione e gare. Ottimo, perché vuole dire anche occuparsi della realizzazione di lavori e per quanto mi riguarda anche della questione del personale, che è decisiva».

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli