Manchette
martedì 4 Ottobre 2022
Manchette
Altro

    Covid, Lopalco: «Omicron più contagiosa. Non vaccinarsi è da incoscienti»

    «La variante Omicron è al momento la variante di Sars-CoV-2 più contagiosa che abbiamo mai incontrato in Europa. Con tutta probabilità in poche settimane avrà soppiantato le altre varianti circolanti, come successo la scorsa estate con la delta». Lo scrive l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, ex assessore della regione Puglia alla Sanità, e attuale consigliere regionale, in un post dal titolo “Tutto quello che vorreste sapere su Omicron e a cui possiamo rispondere”, pubblicato sulla sua pagina Facebook.

    «Questo significa che la probabilità di essere infettati da SARS-CoV-2 aumenterà sempre di più», sottolinea Lopalco. «La certezza di incontrare il virus nel prossimo futuro per ciascuno di noi è evidente. Pur ipotizzando che la gravità della malattia indotta da questa variante sia simile rispetto alle varianti precedenti (cosa alquanto probabile), incontrare un virus come questo, ad ogni età, senza protezione vaccinale è da incoscienti», aggiunge.
    Nel suo post Lopalco porta ad esempio il caso del Regno Unito, che definisce «uno dei grandi paradossi di questa pandemia».
    «Ad una gestione piuttosto maldestra (eufemismo) della pandemia, si contrappone infatti la presenza della più robusta capacità epidemiologica in termini di testing, sequenziamento, analisi, modellistica», scrive, invitando a prendere «quanto di buono arriva da quel Paese», compreso il report sulla diffusione delle varianti, omicron inclusa: «Il report – scrive Lopalco – è tecnicamente complesso e zeppo di dati, riportando i risultati dell’analisi di ben 260 casi di variante omicron isolati fino al 6 dicembre», prosegue Lopalco. «La variante omicron circolava in UK sicuramente a fine novembre. Nel report si parla di 5 campioni positivi isolati fra 26 e 28 novembre nelle condotte fognarie. La variante presenta sicuramente un vantaggio in termini di contagiosità. Gli esperti stimano che a metà dicembre i casi di omicron saranno pari a quelli della variante delta», va avanti l’epidemiologo.
    «Dallo studio della trasmissione intra-familiare, la variante omicron è da 2 a 3 volte più contagiosa rispetto alla delta. Non esistono ancora evidenze solide in proposito, ma le osservazioni preliminari indicano la possibilità di omicron di infettare chi ha già avuto un’infezione da 3 a 8 volte superiore rispetto a delta», sottolinea. «Sempre sulla base di osservazioni preliminari, l’efficacia della protezione vaccinale dopo la terza dose di richiamo sembra essere alta anche nei confronti della infezione sintomatica (non solo della malattia grave)», conclude Lopalco.

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli