Manchette
venerdì 27 Maggio 2022
Manchette
Altro

    Prove Invalsi di italiano: Taranto bocciata. La città è ultima tra i capoluoghi pugliesi

    Sotto la media nazionale e regionale, poco sopra quella del Sud Italia. I risultati relativi ai test Invalsi di italiano riferiti alle classi di terza media per l’anno scolastico 2020-21 sono tutt’altro che incoraggianti per le scuole della provincia di Taranto, che pure superano il dato medio dello stivale in almeno tre casi. Il quadro si compone consultando l’elaborazione dei risultati effettuata da “Con i bambini”, l’impresa sociale partecipata da “Fondazione con il sud” e costituita per attuare i programmi del fondo interministeriale per il contrasto della povertà educativa minorile.

    La media nazionale dei punteggi attribuiti alle prove Invalsi prese in considerazione è di 196, mentre quella della provincia ionica si attesta a 191,2 cioè meno della media regionale di 193,78 e poco più di quella dell’Italia meridionale che è 190,6. Le valutazioni, rilevate comune per comune su percentuali di studenti diverse tra loro, certificano le competenze dei licenziandi della scuola secondaria di primo grado relativamente alla capacità di lettura, comprensione ed elaborazione di un testo e alle conoscenze di analisi grammaticale e logica. L’entità del risultato consente pertanto di monitorare il rischio del cosiddetto analfabetismo funzionale sin dalle giovani generazioni, misurando la reale capacità dei ragazzi di usare in modo efficace le abilità di lettura e scrittura nella lingua madre e di comprenderne l’altrui l’applicazione in maniera pertinente.
    L’elaborazione di “Con i bambini” su dati forniti da Invalsi considera i comuni singolarmente, ma solo quelli in cui sono presenti almeno due plessi di scuola media o due istituti comprensivi, a meno che i risultati delle prove non siano stati resi pubblici direttamente dalle scuole: in quei casi il dato è considerato anche se relativo a un solo plesso o un solo istituto per comune. In questa speciale graduatoria, in provincia di Taranto il risultato migliore è quello conseguito a Manduria, con un punteggio medio di 199,21. Gli alunni della città messapica si sono piazzati al diciottesimo posto rispetto ai loro colleghi delle altre scuole di Puglia e al 342simo nella classifica degli ottocentodue comuni con plessi o istituti rilevati in tutta Italia.
    «È un dato estremamente positivo – commenta l’assessore manduriano all’Istruzione Andrea Mariggiò – che consente di esprimere un giudizio di massima sulla qualità dell’insegnamento nelle scuole della città, per una duplice ragione. La prima riguarda il lavoro preliminare ai test: le prove infatti devono essere preparate per tempo rispetto alla modalità specifica con cui si svolgono. E poi, trattandosi di competenze disciplinari, anche la qualità della preparazione sui contenuti». Un impegno riguardante le competenze linguistiche che il Comune intende supportare anche oltre il curricolo scolastico. «Abbiamo attivato – ricorda Mariggiò – un progetto con Archeoclub e la Asl per l’ascolto e la preparazione alla lettura rivolto ai bambini fino a cinque anni di età. Si chiama “Non è mai troppo presto” e dà seguito alle linee ministeriali del “Sistema integrato 0-6 anni”, un percorso istituzionale che vuole potenziare il ponte tra la scuola dell’infanzia e quella primaria. Inoltre, Manduria è “Città che legge” e partecipa a diverse iniziative di promozione della lettura, tra cui quelle organizzate da Archeoclub nella biblioteca comunale, con il coinvolgimento delle scolaresche. C’è poi il concorso intitolato a “Valeria Palummieri”, che quest’anno coinvolge due dei tre istituti comprensivi manduriani e che assegna delle borse di studio in denaro».
    Nela graduatoria dei comuni ionici appaiono lusinghieri anche gli esiti di Grottaglie (197,8) e Castellaneta (196,2), entrambi superiori al dato nazionale. Quello della città valentiniana in particolare assume maggiore valore se si considera che è stato rilevato sulla quasi totalità della popolazione studentesca sottoposta alla prova. Delude invece il risultato raccolto nella città di Taranto, che con un punteggio di 186,01 è ultima tra i capoluoghi pugliesi e sestultima tra quelli di tutta Italia. Sotto la soglia della media italiana anche le altre città più popolose: 193,5 per Martina Franca e 182,1 per Massafra. Chiude la classifica Palagiano con 179,8.

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli