Manchette
sabato 28 Maggio 2022
Manchette
Altro

    “Segni elementari”: prorogata fino al primo giugno la mostra che celebra Alberobello patrimonio Unesco

    Già migliaia gli ingressi registrati, in meno di tre mesi dall’apertura, dalla mostra “Segni elementari. L’arte contemporanea nei trulli patrimonio dell’umanità” che ha trasformato la città di Alberobello in una galleria di arte diffusa.

    I trulli di Alberobello, simbolo della Puglia e dell’Italia nel mondo, continueranno ad ospitare l’esposizione fino al prossimo primo giugno. La mostra ideata e diretta da Francesco Carofiglio, e organizzata nell’ambito del progetto Iconica Unesco 25, dall’Assessorato alla cultura del Comune di Alberobello, ha ottenuto il sostegno di Regione Puglia e Teatro Pubblico Pugliese.
    Per accedere alla mostra, dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 20, e nel fine settimana con visite guidate che partiranno dal Museo del territorio.
    Nei trulli di Alberobello sono custodite circa 120 opere di 22 artisti riconosciuti sulla scena artistica nazionale e internazionale, tra cui: Josè Angelino, Francesco Arena, Pamela Campagna, Francesco Carofiglio, Tiziana Contu, Ada Costa, Alessandro Costanzo, Daniele D’Acquisto, Franco Dellerba, Mimmo Di Caterino, Baldo Diodato, Helmut Dirnaichner, Viviana Fernandez Nicola, Francesco Fossati, Shay Frisch, Nicola Genco, Pietro Guida, Sophie Ko, Loredana Longo, Mimmo Paladino, Pasquale Santoro e Raffaele Vitto.
    Gli artisti dialogano, ciascuno con la propria lingua, attraverso opere e installazioni, usando materiali differenti, dentro un unico tessuto narrativo che si snoda dai Trulli comunali di Via Monte Nero al Museo del territorio “Casa Pezzolla”, passando per Terrazza “Palazzo del Conte” e Casa d’Amore. Curatori della mostra, oltre a Francesco Carofiglio, sono gli storici e critici d’arte Concettina Ghisu, Lorenzo Madaro e Brizia Minerva.

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli