Manchette
venerdì 12 Agosto 2022
Manchette
Altro

    Caos inflazione, Melpignano: «Come si può risparmiare? Solo con la comparazione»

    «L’unica forma di difesa per cittadini e imprese è la comparazione». Massimo Melpignano, avvocato specializzato nella difesa dei consumatori, prova ad analizzare in che modo si possono arginare gli effetti dell’inflazione.

    Avvocato, dove i cittadini possono intervenire per difendersi?

    «Sicuramente nel campo energetico e bancario. Molte volte si sottovaluta l’importanza di prestare attenzione ai particolari».

    In che senso?

    «Confrontare istituti diversi, analizzare le peculiarità delle offerte. Tutte cose che, in realtà, non fa quasi nessuno. E qui c’è l’errore».

    Richiede tempo.

    «Oggi, però, non ci si può più permettere di trascurare questi aspetti. Parliamo di risparmi importanti che possono fare la differenza».

    Affidarsi, ad esempio alla propria banca di fiducia, non è sufficiente?

    «No. Non bisogna fare l’errore di innamorarsi di un istituto rispetto a un altro. La propria banca va monitorata. La legge permette la portabilità gratuita del conto».

    A cosa bisognerebbe fare più attenzione?

    «Il mantra dev’essere che dobbiamo puntare a un servizio “sartoriale”, ricamato sulle proprie esigenze. Come prima cosa, dunque, bisogna comprendere quali sono i servizi di cui abbiamo bisogno e cercare di pagare solo per quelli».

    Non basta guardare il costo di mantenimento del conto corrente?

    «È un primo passo ma bisogna anche verificare le commissioni. In alcuni casi, a fronte della gratuità di fruizione del conto, queste ultime sono più elevate. Se facciamo molti bonifici, ad esempio, potrebbe non essere la scelta più conveniente».

    Le bollette sono un altro tasto dolente. Cosa può fare un cittadino che si ritrova con costi raddoppiati per elettricità e gas?

    «Anche in questo ambito non si possono fare miracoli. Bisogna sperare che la guerra in Ucraina termini presto e che l’inflazione da offerta che stiamo vivendo rallenti. Possiamo però utilizzare gli strumenti messi a disposizione dall’Arera per confrontare le tariffe».

    Quanto si può arrivare a risparmiare?

    «Anche più del 10%. Serve solo un po’ di impegno nell’utilizzo dei comparatori. E poi lavoriamo sulla nostra educazione: non sprechiamo».

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli