Manchette
martedì 16 Agosto 2022
Manchette
Altro

    Il turismo equestre sul Gargano: a cavallo tra baie e foresta

    Ci sono passioni inesorabili destinate a cambiare per sempre il corso della propria vita. Inizia così la storia di Alessandro Azzarone, istruttore di equitazione e plurivincitore del Palio di San Giorgio, corsa equestre radicata tra le tradizioni del Gargano.

    Da piccolo il colpo di fulmine per i cavalli, le lezioni di equitazione prese di nascosto dai genitori che non condividevano l’amore per questo sport, la prima gara a quindici anni che lo ha consacrato vincitore alla corsa di San Giorgio, obiettivo per cui, segretamente si era allenato.

    Da quel momento una carriera inarrestabile che lo ha portato a battere il record, come fantino vincitore del palio per ben quindici volte consecutive. Poi però sul mondo delle gare si sono spenti i riflettori, così Alessandro ha deciso di mettere al servizio degli altri la sua esperienza e la sua passione, aprendo un centro di equitazione, la Asd San Giorgio Martire, a Vieste, sul Gargano.

    Da ben otto anni è diventato il punto di riferimento per gli sport equestri a livello locale, aprendosi anche ad attività come la didattica con gli animali dedicata ai più piccoli, oppure ai disabili che possono trarre vantaggio dal contatto con la natura. Ma il suo cavallo di battaglia – è proprio il caso di dirlo – sono le escursioni a cavallo e il trekking con il destriero che propone ai turisti: innamorarsi delle zone inesplorate del Gargano non è mai stato così facile.

    «Andare a cavallo provoca delle emozioni che non si possono capire se non lo si prova – spiega Alessandro – il cavallo è un “mezzo di trasporto” ecologico in grado di far vivere il Gargano da un punto di vista inaspettato e nuovo, rispetto a quello che può essere l’automobile, la passeggiata o la gita in barca».

    Con i suoi dieci destrieri – tra cavalli murgesi, cavalli Quarter, meticci, Paint americani e il suo pony Falabella – Alessandro organizza escursioni adatte a tutti, in lungo e in largo tra i boschi e le spiagge del Gargano.

    «La passeggiata a cavallo è un modo per appassionarsi a uno sport come l’equitazione – racconta Alessandro – avere una passione al giorno d’oggi non è così scontato, soprattutto per le nuove generazioni assorbite solo dalla tecnologia: per questo cerco di essere propositivo e invitare chiunque ad approcciarsi a questo mondo».

    Tante le possibilità di “assaporare” il Gargano a cavallo, con visite ed escursioni nelle tante baie che la costa garganica offre, ma anche passeggiate in notturna sulla spiaggia con possibilità di cenare in riva al mare, passeggiata all’alba con bagno insieme ai cavalli, trekking di una giornata con sosta pranzo in foresta Umbra. Passeggiate ed escursioni che possono essere fatte senza limiti di età e con costi contenuti che variano da venti euro per un’ora (possibilità di effettuare il percorso con partenza dalla sede del maneggio per ritornarci dopo aver toccato Baia di Porticello e Baia della Tufara), oppure con un costo raddoppiato spingersi fino a Baia di Molinella e l’omonima palude con numerose soste per fare foto a panorami mozzafiato. Infine, sperimentare il percorso più lungo e fare andata e ritorno lungo la spiaggia di Porticello prima di rientrare in sede.

    «Tutti possono partecipare alle nostre escursioni che rappresentano una idea di turismo ecosostenibile e a diretto contatto con la natura», afferma Sephora Campaniello, al fianco di AlessandroAzzarone nel condurre il maneggio e le attività di escursione, che continuano anche in inverno, quando però ci si sposta verso l’interno, soprattutto all’ombra delle faggete vetuste della Foresta Umbra, dove c’è la possibilità anche di escursioni su più giorni e dormire nel bosco.

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli