Manchette
sabato 10 Dicembre 2022
Manchette
Altro

    Contratto di sviluppo per l’area di Taranto: presto il tavolo permanente

    «Parteciperemo, assieme al presidente Emiliano e ad alcuni assessori regionali, al prossimo tavolo istituzionale permanente del Contratto di sviluppo per l’Area di Taranto, convocato dal Ministro Carfagna per il 9 settembre alle 11, in modalità videoconferenza». Lo rende noto, attraverso una nota stampa, il consigliere del presidente della Regione Puglia Mino Borraccino. «Diversi i punti all’ordine del giorno tra i progetti inseriti nella programmazione che da tempo seguiamo, il sottoscritto nella veste di coordinatore, per la Regione Puglia, del Piano Taranto, con l’obiettivo di adottare la migliore strategia per il rilancio del nostro capoluogo di provincia e del territorio circostante», spiega ancora il consigliere.

    «Il dottor Esposito, Ruc e direttore dell’Agenzia per la Coesione Territoriale farà il punto sullo stato di attuazione del Cis e terrà un’informativa sui Giochi del Mediterraneo, che si svolgeranno a Taranto nel 2026» rende noto Borraccino, ma saranno trattati anche «lo stato di attuazione degli interventi di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dell’area di Taranto, col prefetto Martino e la riqualificazione dell’area ex Torpediniere del Mar Piccolo con l’intervento del Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale di Taranto, Prete», spiega. E, ancora, rende noto, «ci saranno informative sulle attività di bonifica dell’Area ex Cemerad, a cura del commissario straordinario Vera Corbelli e sull’accordo di programma inerente la bonifica e la reindustrializzazione dell’area ex yard Belleli, a cura del Ministero per lo Sviluppo Economico». Come spiega il consigliere, sono complessivamente 1.356 i milioni che compongono la disponibilità finanziaria del Cis, per investimenti su Taranto e i comuni vicini.

    «Col Presidente Michele Emiliano e con il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, l’attenzione è massima, poiché rappresenta una importantissima occasione di rinascita del territorio, dove ci aspettiamo copiose ricadute occupazionali, infrastrutturali e ambientali, in tempi certi», conclude Borraccino.

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli