Manchette
giovedì 1 Dicembre 2022
Manchette
Altro

    De Nittis in mostra a Washington. Emiliano: «Orgogliosi di portare la sua arte negli USA» – VIDEO

    «Siamo felici, emozionati e orgogliosi di portare negli Stati Uniti l’arte di Giuseppe De Nittis e di raccontare al mondo una storia, pugliese e italiana, che parla di cultura e bellezza». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, durante la conferenza stampa di presentazione della mostra “An italian impressionist in Paris: Giuseppe De Nittis” che vedrà 60 opere dell’artista pugliese (32 delle quali provenienti da Barletta) esposte al The Phillips Collection di Washington D.C. dal 12 novembre al 12 febbraio 2023.

    «Questa mostra – ha aggiunto il presidente della Regione – rappresenta un’occasione straordinaria per creare attraverso l’arte nuovi legami e per rafforzare la nostra presenza internazionale». La mostra è stata presentata oggi, 5 ottobre, nella sede dell’associazione della Stampa estera a Roma.

    L’evento si svolgerà in un luogo cult degli Stati Uniti: nel 1921 The Phillips Collection, infatti, è stato il primo museo americano dedicato all’arte moderna. Lo stimolo nasce dal riallestimento della Pinacoteca De Nittis di Barletta ad opera del professor Renato Miracco, storico e critico d’arte, che insieme a studiosi italiani e statunitensi ha dato vita ad una rilettura internazionale di De Nittis, artista al quale molti impressionisti si sono ispirati: Paul Gauguin, riconosciuto per i suoi studi sul colore e per le sue ambientazioni tahitiane, alla fine del 1884 scriverà “Tutti copiano De Nittis (…) De Nittis ha raggiunto la perfezione in ciò che gli impressionisti avevano iniziato”.

    Dalla riscoperta della grandezza dell’artista Giuseppe De Nittis, ora, partendo da Washington D.C. può nascere anche il desiderio di un viaggio a ritroso, che riporta alla sua terra natia. «La Puglia oggi è fra le destinazioni turistiche più richieste – ha evidenziato il presidente Emiliano -. E questo risultato è fortemente connesso agli investimenti che abbiamo fatto in ambito culturale in tutti questi anni, valorizzando il patrimonio, i talenti, la creatività al massimo delle nostre possibilità. Investiamo tanto nella cultura perché è strategico per la crescita sociale, dell’economia e della formazione dei più giovani. In un dialogo sempre virtuoso tra pubblico e privato. Per la Regione Puglia è un motivo di orgoglio essere al fianco di The Phillips Collection per realizzare un progetto prestigioso come questo».

    Alla conferenza è intervenuto anche il sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, che ha evidenziato come il prestito delle opere di De Nittis possa rappresentare anche «una nuova occasione per visitare la Pinacoteca ospitata a Palazzo della Marra a Barletta nel periodo concomitante all’esposizione negli Stati Uniti. Le 32 opere in partenza saranno sostituite con altrettante opere del De Nittis oggi conservate nei nostri archivi. Il patrimonio dell’impressionista barlettano donato alla città dalla moglie Léontine Gruvelle ci consentirà di riallestire la Pinacoteca in modo da dare ai visitatori di Palazzo della Marra l’opportunità di apprezzare la grandezza artistica del pittore che seppe incantare Parigi».

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli