Manchette
giovedì 20 Giugno 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Amiu annuncia dura lotta ai mozziconi

L’Amiu Puglia ha siglato un accordo per ridurre la quantità di mozziconi di sigaretta abbandonati nelle strade. E’ tra le quattro aziende associate a Utilitalia (la Federazione delle imprese di acqua energia e ambiente) e con la quale ha sottoscritto un programma specifico che coinvolge pure Marevivo, l’organizzazione che dal 1985 è impegnata a tutelare l’ambiente e il mare.

L’iniziativa prevede la diffusione di una maggiore consapevolezza ambientale, promozione di un gruppo di studio, valutazioni dei costi della raccolta attraverso analisi ad hoc. A Bari dal 2016 è in vigore un’ordinanza sindacale che multa chi getta i mozziconi (insieme con piccoli rifiuti) a terra. Una disposizione, purtroppo, non rispettata da troppe persone nonostante l’Amiu Puglia abbia supportato, da tempo, campagne di sensibilizzazione sul territorio cittadino e sia stato – e continui ad esserlo – incrementato il numero di cestini portarifiuti con lo spazio dedicato per conferire i soli mozziconi. A questo si aggiunge la distribuzione gratuita di posacenere portatili che continua pure da parte di associazioni ambientaliste.
Il potenziale inquinante di questo rifiuto sul territorio italiano è stato valutato con studi di Enea e dell’Ausl di Bologna. In un anno sono circa 324 le tonnellate di nicotina. Da aggiungere che un mozzicone prima di dissolversi resta nell’ambiente dai 6 ai 12 mesi se senza filtro e dai 5 ai 12 anni con filtro. E non resta per sempre lì dove viene gettato. Pioggia, vento, auto e quant’altro possa muoverli, li spostano in tombini, terreni coltivati, fiumi e mare inquinando tutto.
Per questo Amiu Puglia, Amiu Genova, Asm Terni e Gea Pordenone, insieme con Utilitalia, si sono impegnate a divulgare la iniziative di sensibilizzazione, a condividere informazioni e rapporti sulla gestione dei rifiuti da prodotto da fumo, e a sostenere, con le proprie conoscenze e abilità, iniziative sulle migliori modalità di raccolta. Con Marevivo si individuerà la modalità di analisi e definizione di standard tecnici per calcolare l’incidenza dei costi relativi alla gestione dell’abbandono dei filtri dei prodotti del tabacco, come per esempio lo spazzamento delle aree pubbliche, il trasporto e il trattamento. E i primi risultati del monitoraggio saranno presentati già a novembre.
“Il contrasto all’inquinamento ambientale è una tra le nostre mission aziendali – spiega il presidente di Amiu Puglia spa, Sabino Persichella – per questo è indispensabile una sensibilizzazione capillare, che coinvolga i cittadini e li renda consapevoli dei disastri causati dall’abbandono dei rifiuti, sia dei più grandi, che di quelli piccoli e solo all’apparenza innocui come i mozziconi di sigaretta. Amiu Puglia, insieme all’Amministrazione comunale e alla Polizia locale, è in prima linea contro il fenomeno, in quanto non si tratta esclusivamente di mancare di rispetto alla città e ai cittadini, ma anche del mancato rispetto delle regole. Buttare un mozzicone per strada costituisce un comportamento sanzionabile, un illecito amministrativo. Non si rispetta la legge”.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli