Manchette
mercoledì 27 Settembre 2023
Manchette
Altro

    Matera, Bari e Brindisi promosse dai meteorologi: sono nella top five delle città con il clima migliore

    Città che vai clima che trovi. Da questo presupposto sono partiti i meteorologi del sito IlMeteo.it, Mattia Gussoni e Lorenzo Tedici, in collaborazione con il quotidiano nazionale Corriere della Sera, per stilare una classifica delle città italiane caratterizzate dalle migliori condizioni climatiche in base all’Ivc (l’indice di vivibilità climatica) nel corso del 2022. Il portale ha elaborato i parametri, ora per ora, ottenuti dalla banca dati del Centro Meteo Europeo e dagli aeroporti (dati Metar) degli ultimi 12 anni, moltiplicati poi per tutte le 108 città capoluogo italiane.

    In totale sono stati analizzati oltre 10 milioni di dati dal punto di vista bio-meteorologico al fine di individuare le condizioni ottimali, di benessere, di stress o di disagio associate a temperatura, umidità, vento. Nello specifico i parametri utilizzati sono stati 14: brezza estiva, comfort per umidità, escursione termica, giorni freddi, giorni di pioggia, indice di calore, nebbia, notti tropicali, nuvolosità diurna, ondata di calore, piogge intense, raffiche di vento, siccità e ore di sole.

    A essere eletta città con il clima migliore è stata Macerata, nelle Marche, che ha totalizzato un punteggio totale di 762, superando di poco la seconda in classifica, Savona, che ha totalizzato invece 756 punti. Ma a spiccare tra le regioni italiane sono state la Puglia e la Basilicata che hanno conquistato tre delle prime cinque posizioni della classifica generale: medaglia di bronzo per Matera (744 punti), seguita al quarto e al quinto rispettivamente da Brindisi e Bari (a parimerito con 741 punti). Bari è anche la prima in classifica tra i capoluoghi di regione, passando dal 43esimo posto del 2021 al quinto appunto del 2022, Napoli, invece, nonostante le sue 76 posizioni recuperate rispetto al 2021, è 17esima. Diversi i cambiamenti in classifica, l’Indice l’anno scorso vedeva al primo posto Imperia, che nella lista di quest’anno non compare nemmeno nella top ten. Tra le grandi città un miglioramento sensibile rispetto al 2021, è stato registrato a Palermo che sale al numero 32 e Roma 43esima (30 le posizioni scalate rispetto al 2021). Anche Milano guadagna 14 posizioni in un anno ed è 75esima, due posti dietro a Firenze, Torino e Bologna. Le altre città pugliesi, fatta eccezione per Foggia che scivola dalla 23esima alla 46esima posizione e Lecce che invece passa da essere 65esima alla 59esima posizione, recuperano tutte posizioni: oltre a Bari e Brindisi abbiamo Barletta che sale all’ottavo posto e Taranto dal 48esimo al 19esimo.

    Nelle non invidiabili ultime dieci posizioni si trovano ben tre città sarde e due della Sicilia (Catania all’ultimo posto assoluto e Caltanissetta), oltre alle «padane» Cremona, Piacenza, Novara, Vercelli e Forlì. Mentre per le città di pianura del Nord i dati si possono spiegare con la particolarità del clima lungo il corso del Po (nebbia e temperature rigide in inverno, gran caldo e umidità in estate), per Sicilia e Sardegna bisogna considerare l’annata particolare: le due isole sono state infatti investite da lunghe ondate di calore estremo intervallate da episodi di precipitazioni intense semi-tropicali che in alcuni casi hanno provocato anche alluvioni lampo.

    - Inread Desktop -
    - Taboola -
    - Inread Mobile -
    - Halfpage Desktop -
    - Halfpage Mobile -

    Altri articoli