Manchette
venerdì 23 Febbraio 2024
Manchette

“Dateci spazio”, due innovative aree ludico creative a Bari: “Gioco per tutti”

Approvati gli interventi per la costruzione di due parchi giochi innovativi a Bari. Il primo all’interno della pineta di San Francesco, costa 400mila euro. Il secondo più piccolo accanto a parco Amendola costa 100mila euro è sarà costruito in una zona destinata al verde urbano.

«Aumenta l’offerta degli spazi pubblici inclusivi in città, dotati di attrezzature sempre più moderne e innovative – spiega Giuseppe Galasso -. Quelle che realizzeremo all’interno della pineta San Francesco grazie a questo finanziamento, ad esempio, potranno accogliere contemporaneamente decine di bambini ma soprattutto contribuiranno a valorizzare e rilanciare quest’area verde tra le più frequentate della città. L’intervento in via Amendola, invece, si configura come verde attrezzato di prossimità, con piccole aree gioco che permetteranno ai bambini del quartiere di incontrarsi e giocare all’aria aperta nelle vicinanze della loro abitazione. Questa piccola riqualificazione, grazie anche al riordino della viabilità circostante con una serie di nuovi sensi unici, sarà ben utile non solo ai residenti, che da tempo ne richiedono l’esecuzione, ma anche a tutti coloro i quali frequentano la zona per diverse ragioni. Confidiamo di ultimare entrambi gli interventi entro la fine del mandato, verosimilmente completando prima quello della pineta San Francesco e successivamente quello di Parco Amendola, strettamente correlato all’esecuzione di un altro intervento rientrante tra quelli di greening urbano finanziati dal Pnrr, già avviato nei giorni scorsi. Nelle prossime settimane, dopo la sottoscrizione delle convenzioni oggetto del provvedimento odierno, approveremo in giunta anche i due progetti esecutivi in modo da cantierizzarli in tempi brevi».

L’intervento di progettazione del Parcobaleno, nella pineta di San Francesco, è il risultato di un processo partecipato da una serie di associazioni e comitati del territorio del Municipio III. Il nuovo parco giochi sorgerà nella parte sud della Pineta San Francesco, la cosiddetta “Pineta piccola”, già dotata di un’area attrezzata per lo sport e il gioco che si intende riqualificare e rigenerare proprio attraverso la creazione di una nuova area ludico-ricreativa per lo svago e la socializzazione all’aperto.

Nella progettazione degli spazi e nella scelta delle attrezzature, particolare attenzione è stata rivolta ai bisogni e necessità dei bambini affetti da disturbi dell’età evolutiva, che potranno ritrovarsi in uno spazio ludico confortevole e pienamente inclusivo.

Il parco Amendola è stato scelto come spazio sperimentale per inserirvi un’area giochi di tipo innovativo. L’intervento si inserisce perciò nell’ambito di una risistemazione complessiva dell’area che ha visto una riprogettazione della viabilità e delle aree a parcheggio, l’inserimento di un’area cani e di nuovi filari di alberi: in particolare l’area giochi sarà inserita in una zona alberata con percorsi, ancora poco utilizzata.

L’area gioco, situata al centro del giardino, si comporrà di un grande elemento a torre che rappresenta un intrigante, innovativo magnete di gioco ricco di attività per i bambini, caratterizzato da differenti attrezzature, in modo da soddisfare le esigenze dei bambini nelle diverse fasce d’età e abilità: una porzione della torre per l’attività dinamica, dedicata ai bambini oltre i 5 anni; uno spazio per i bambini in età prescolare, adatto all’uso già dai primi mesi di vita, che include un percorso sensoriale ed elementi ludici a terra; una zona per il relax e i giochi di socializzazione in cui i piccoli potranno sviluppare conoscenze e apprendimento, con cura e attenzione anche per le necessità di chi preferisce giocare lontano dai rumori; degli elementi che rendono fruibile il gioco anche a minori con disabilità fisiche.

I parchi sono suddivisi in 3 spazi e con diverse funzioni e possibilità di utilizzo per soddisfare le esigenze di tutti i bambini e gli eventuali cambiamenti di umore, senza realizzare limiti fisici e interruzioni, ma mediante le modalità di scelta tipologica e disposizione delle attrezzature e con i disegni della pavimentazione. Sarà installata una torre scivolo alta oltre 6 metri nella quale i bambini troveranno un’infinità di attività, dal basso verso l’alto, all’interno e all’esterno. Intorno alla torre saranno posizionate altre attrezzature che permetteranno differenti attività motorie, tra cui un enorme anello rotante.

Nei due parchi spazi per l’attività dinamica, “percorsi di crescita sensoriale”, ideato per i bambini di qualsiasi età e a quelli con disturbi della sfera cognitiva, con elementi ludici a terra, sia 2D che 3D, piante aromatiche e diverse tipologie di materiali che stimolano la sfera sensoriale. Un’area a “bassa sensorialità”, ovvero uno spazio in cui i piccoli potranno trovare momenti di relax, pausa, riposo, pensato con cura e attenzione anche per le necessità di chi preferisce giocare lontano dai rumori e dagli stimoli esterni. All’interno di una casetta per giochi di ruolo, i bambini potranno interagire cooperando con gli altri o leggere un libro, o ancora inventare ogni volta un tema diverso per i loro giochi. Ci sarà anche un punto di incontro con 2 capsule leggermente oscillanti in cui i piccoli potranno trascorrere altri momenti di relax e dialogo con i loro amici.

La scelta delle attrezzature ludiche è stata fondata sul principio del “gioco per tutti”, in cui ognuno deve poter partecipare secondo le proprie capacità e sperimentare occasioni di crescita e divertimento con i compagni, tramite l’esperienza ludica. Le strutture ludiche individuate per i due interventi utilizzano infatti materiali altamente innovativi che riducono l’impronta di carbonio del progetto grazie all’impiego di elementi realizzati con materiali provenienti da rifiuti recuperati dall’oceano, tessili, rifiuti di imballaggio alimentali, sacchetti di plastica ecc.

I due interventi sono stati approvati dalla Giunta comunale le convenzioni tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Comune di Bari che regolamentano i rapporti di attuazione, gestione e controllo degli interventi per la realizzazione delle due aree ludico creative. Finanziati a esito della candidatura del Comune al programma sperimentale interministeriale “Dateci spazio” che finanzia la realizzazione di parchi giochi innovativi nei Comuni con popolazione superiore ai 300mila abitanti.

Le proposte progettuali, coerentemente con le linee guida del bando, sono state definite per promuovere lo sviluppo delle capacità motorie, emotive e cognitive dei bambini in un ambiente facilitante e inclusivo, ponendo particolare attenzione alla qualità dei materiali impiegati e al loro impatto ambientale. Le due aree ludiche saranno perciò sicure, completamente accessibili, inclusive e permetteranno ai bambini delle diverse fasce d’età di trovare elementi di gioco e crescita divertenti, innovativi e pensati per farli giocare insieme stimolando le loro abilità sociali, la creatività, la capacità di problem solving e altro ancora.

Nella progettazione sono stati presi in considerazione tutti gli elementi indispensabili per stimolare lo sviluppo motorio e sensoriale del bambino: giochi di rotazione per il senso dell’equilibrio; reti di arrampicata per il senso della propriocezione; materiali e superfici diverse per il senso tattile; contrasti tra i colori per il senso visivo; giochi per più utenti in contemporanea per favorire la socializzazione

    

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli