Manchette
sabato 24 Febbraio 2024
Manchette

Stelle al merito, c’è anche Poste italiane: 4 i lavoratori pugliesi che riceveranno il riconoscimento

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha assegnato le “Stelle al merito del lavoro”: Poste Italiane ne ha conquistate 65 su tutto il territorio nazionale, quattro delle quali sono andate a dipendenti pugliesi per meriti «di perizia, laboriosità e buona condotta morale».

Il titolo di “Maestro del lavoro” verrà conferito formalmente, nel corso della cerimonia, a Isabella Ciccolella, in servizio nell’ufficio postale Trani Centro di Via Gramsci. «Una gran bella soddisfazione del tutto inaspettata – dichiara Ciccolella – Sono grata a chi ha saputo leggere nella mia persona una piccola qualità di vita professionale. Un grazie particolare al direttore della Filiale di Bari Antonino Licata, e un pensiero a chi da sempre è al mio fianco e ha saputo donarmi in ogni momento, il meglio della vita».

Premiato anche Luigi Masciale, di Bitonto, addetto senior prodotto registrato nel Centro Smistamento di Bari Z.I. «È difficile trovare le parole per esprimere la mia gratitudine accettando questa onorificenza che mi inorgoglisce in modo sincero – dichiara Masciale – Voglio ringraziare la mia azienda nella quale ho lavorato per più di quarant’anni e che, alla fine del mio percorso di vita professionale, ha pensato di premiare il mio impegno. Ringrazio tutte le persone incontrate in questa grande famiglia per la collaborazione e la stima che hanno avuto nei miei confronti».

Il riconoscimento andrà anche a Maria Angela Carella, di Triggiano, Ingegnere Professional Engineering in servizio per l’area immobiliare Puglia e Basilicata di Bari. «In questi 31 anni di attività in Poste italiane – dichiara Carella – ho sempre svolto il mio lavoro con scienza, coscienza e con grande senso di responsabilità verso questa grande Azienda».

L’ultima pugliese del Gruppo a essere premiata è Antonella Massa, di Conversano, in azienda dal 1982 e in servizio nel Centro Servizi Trasversali – Bari 1. «L’apprezzamento da parte dell’Azienda – dichiara Massa – della dedizione al lavoro e dei profili di umanità manifestati nell’espletamento delle mansioni gestionali del personale, aspetti questi che vengono oltremodo valorizzati attraverso il pregiato riconoscimento che mi viene conferito dalle Istituzioni dello Stato, mi rende orgogliosa come cittadina, madre e lavoratrice. Dedico la Stella al Merito a tutti i Colleghi e, soprattutto, ai giovani affinché abbiano sempre fiducia nelle nostre Istituzioni».

Le Stelle al Merito sono riconosciute ogni anno ai dipendenti di aziende pubbliche e private, con età minima di 50 anni e anzianità lavorativa continuativa di almeno 25. La metà delle onorificenze è riservata a coloro che hanno iniziato l’attività dai livelli contrattuali più bassi e si sono distinti per il loro contributo umano e professionale.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli