Manchette
domenica 3 Marzo 2024
Manchette

Si dimettono in dieci: cade la Giunta ad Avigliano

Terremoto politico ad Avigliano, in provincia di Potenza, sospeso dal Prefetto il Consiglio comunale a seguito delle dimissioni di dieci consiglieri. Commissario prefettizio è il viceprefetto Gerardo Quaranta, Capo di gabinetto della Prefettura di Potenza. In attesa del decreto presidenziale di scioglimento. L’ex sindaco di centrodestra Giuseppe Mecca grida alla “congiura” da parte dei consiglieri “legati al consigliere regionale Tommaso Coviello”, il capogruppo di Fdi in Consiglio Regionale della Basilicata che replica immediatamente. “Mancando le condizioni per il normale funzionamento degli organi e dei servizi dell’Ente a causa della cessazione della carica per dimissioni contestuali della metà più uno dei consiglieri assegnati – si legge nelle motivazioni del Prefetto con decreto, in data odierna (02 febbraio 2024), è sospeso il Consiglio Comunale di Avigliano”.

A rassegnare le dimissioni, sfiduciando il sindaco Giuseppe Mecca, sono stati dieci consiglieri del Comune di Avigliano. “Un colpo mortale è stato inflitto alla nostra comunità aviglianese. Dieci consiglieri comunali, irresponsabili, hanno deciso di condannare Avigliano al blocco totale, arrestando tutto il lavoro in corso dell’Amministrazione”, questo il commento dell’ex sindaco di Avigliano Giuseppe Mecca.“Si tratta – aggiunge Mecca – dei consiglieri che fanno capo e rispondono al consigliere regionale Tommaso Coviello (…)”. “Dopo quasi quattro anni di tentativi ignobili – continua Mecca – di piegare l’Amministrazione comunale ad interessi personali, queste persone hanno reagito all’integrità del sindaco, scagliandosi con violenza contro il paese che ne pagherà il prezzo più alto”. La replica di Coviello non si è fatta attendere.

“L’ex sindaco Mecca – dice Coviello – rispolvera un frasario degno della congiura di Catilina per provare a mettere in moto una macchina del fango, pur di non riconoscere di essere stato sfiduciato è senz’altro una forma di democrazia, figlia pure di un sentimento popolare che, andando oltre ai supporters di facebook, lo vedeva protagonista di un’azione politica e amministrativa mai inclusiva (…). Ora la parola tornerà ai cittadini di Avigliano che molto probabilmente verranno chiamati al voto nel giugno prossimo per eleggere il nuovo sindaco. Mecca era stato eletto con la Lega, come Coviello. Entrambi sono poi confluiti in Fdi.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli