Manchette
mercoledì 17 Aprile 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Diciassettenne ucciso a San Severo: si costituisce un 15enne

Si è costituito nella tarda mattinata il 15enne ritenuto il presunto assassino di Francesco Pio D’Augelli, il 17enne accoltellato a morte ieri sera a San Severo.

Gli investigatori della Squadra mobile erano già sulle sue tracce subito dopo il delitto. Davanti alla Questura di Foggia ci sono stati momenti di tensione tra il padre e alcuni parenti del presunto assassino che hanno inveito contro i giornalisti presenti.

«Hanno ammazzato un ragazzo per bene, un grande lavoratore. Hanno ammazzato mio figlio, un innocente». Sono le poche parole pronunciate da Americo D’Augelli, padre di Francesco. All’obitorio anche la fidanzatina della vittima, una coetanea di 17 anni. Stringe tra le mani il peluche regalatole da Francesco: «Devo comprare le fedine che voleva Francesco» ripete tra le lacrime.

Tanto il dolore dei familiari del 17enne: «Era un bravissimo ragazzo. Tutti i giorni si alzava alle 5 del mattino per andare a lavorare con il padre carpentiere», racconta Severino, nonno materno di Francesco Pio. «L’assassino dava fastidio alla fidanzata di mio nipote. Lo aveva già minacciato», racconta: «Già sabato sera – aggiunge – c’era stato un diverbio tra i due ragazzini. San Severo – conclude – è diventata pericolosa. Non si può più vivere».

Una testimone che ha assistito al tentativo di soccorrere Francesco Pio D’Augelli racconta: «C’erano due macellai della zona che cercavano di rianimare il ragazzo ma era tutto inutile. C’era un silenzio surreale – racconta la donna -. Mi sono trovata per caso, stavo portando a spasso il mio cane, quando ho visto un ragazzo a terra. A testa in giù». Poi la testimone confida di «voler portare un fiore sul luogo dell’omicidio».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli