Manchette
martedì 18 Giugno 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Comunali a Bari, dalle periferie al mercato i tour dei candidati

«Pochi marciapiedi e posti auto» Laforgia visita Ceglie del Campo

La passeggiata elettorale del candidato del centrosinistra e del Movimento 5 stelle Michele Laforgia, ieri ha toccato il quartiere di Ceglie del Campo, che insieme a Carbonara e Loseto costituisce il quarto Municipio del capoluogo, accompagnato dall’assessora al Welfare Francesca Bottalico e la candidata presidente per #laforgiasindaco dello stesso Municipio, Giusi Giannelli.

La passeggiata è cominciata con un giro nel borgo vecchio per rendersi conto di quanto sia sentito in questa zona il problema della mancanza di marciapiedi. C’è una proposta di pedonalizzazione di Ceglie vecchia, per permettere alle persone con mobilità ridotta, di camminare senza rischi. Naturalmente, come capita anche in molti altri luoghi della città, c’è la mancanza di parcheggi pertinenziali, oltre a un problema, assai più generale, legato alla mancanza di fogna bianca. Ceglie Vecchia è la zona più antica di Bari, e nel corso degli anni sono stati tanti i ritrovamenti archeologici. Al Marta di Taranto, infatti, ci sono alcuni crateri datati V secolo a.c., fra cui due grandi e molto belli, che sono stati ritrovati in via Martino.

A Ceglie nuova, invece, formata da case popolari e cooperative, non ci sono servizi, e pochissimi negozi di vicinato. Un altro problema molto sentito dagli abitanti di questa zona è la presenza di due passaggi a livello delle Ferrovie SudEst, che negli ultimi anni, per ovvie ragioni di maggior sicurezza, hanno tempi di attesa lunghi (è una linea a binario unico).

«Girando per Ceglie – ha spiegato Laforgia – abbiamo incontrato stamattina alcune targhe “strane”, come ad esempio “Maria si prepari”, “Martino non parte”, “La gavetta è vuota”. Sono alcuni dei messaggi in codice di ‘Italia Combatte’, la storica trasmissione di Radio Bari curata dalla scrittrice italo cubana Alba de Céspedes, il cui nome da partigiana, era Clorinda. Attraverso Radio Bari furono scritte quindi pagine importanti della nostra storia che rischiano però di essere dimenticate e che ora ci si propone di valorizzare con questo progetto che si chiama Sentieri Quotidiani. Undici messaggi speciali incisi su targhe in marmoe collocati lungo alcune strade di Ceglie del Campo. Una bellissima testimonianza per non dimenticare».

«Accessi al mare e sicurezza». Da Santo Spirito l’sos a Leccese

“Andiamo nei quartieri”, il tour elettorale del candidato del centrosinistra Vito Leccese, ha fatto tappa ieri mattina a Santo Spirito (in piazza San Francesco), dove l’aspirante primo cittadino ha incontrato i residenti del rione a nord di Bari per raccogliere suggerimenti sul futuro e illustrare i progetti in corso di realizzazione da parte dell’amministrazione precedente. Leccese ha visitato anche l’area del waterfront, oggetto di un intervento che ne migliorerà la fruibilità per i residenti e le potenzialità commerciali. Finanziato per circa 5 milioni di euro, il progetto prevede il riassetto di circa 500 metri attualmente utilizzabili da veicoli e con parcheggi. In futuro, invece, vi saranno viabilità pedonali, ciclabili e carrabili, queste ultime per carico e scarico, forze dell’ordine e veicoli di soccorso. I cantieri, cominciati un anno fa, sono attualmente al 40% di realizzazione. Il passaggio del mercato settimanale del mercoledì dal lungomare nella nuova postazione di via Udine, potrà finalmente imprimere un’accelerata ai cantieri.

Tra le richieste dei cittadini al candidato sindaco si è parlato di nuovi accessi dal mare, vigilanza sull’abbandono dei rifiuti e una maggiore presenza della polizia locale. Leccese, poi, si è concentrato sul tema del decentramento: «Dobbiamo valorizzare le istituzioni municipali – ha spiegato – questo è un territorio con una forte spinta autonomistica. Serve un processo di riforma del decentramento amministrativo che porti i municipi a rappresentare davvero delle istituzioni di riferimento, di prossimità e di vicinato». Presente anche la candidata presidente Maristella Morisco.

La giornata di campagna elettorale di Vito Leccese è proseguita poi alle 12 a Carbonara, dove l’ex capo di gabinetto di Antonio Decaro ha partecipato alle celebrazioni per i 100 anni di una pasticceria storica e la firma dell’appello di Avviso Pubblico e Libera da parte dei candidati del IV Municipio, organizzato dalla candidata Presidente Maria Chiara Addabbo. Saltata invece la visita prevista alle 16.30 nel Parco della Rinascita nell’area dell’ex Fibronit organizzata dai membri del comitato cittadino Fibronit a causa della pioggia, alla quale avrebbero dovuto partecipare tutti e tre i candidati.

Disabilità e barriere architettoniche, Romito: «In città c’è ancora molto da fare»

mattinata in giro per la città, nonostante la pioggia, ad ascoltare i residenti e le loro richieste anche per il candidato di centrodestra Fabio Romito, che ieri si è recato nel mercato di Santa Scolastica, nel quartiere Carrassi. Qui il candidato ha avuto modo di discutere con i cittadini e gli avventori dell’area commerciale per raccogliere suggerimenti e proposte su come migliorare la situazione in caso di vittoria alle prossime elezioni amministrative previste l’8 e 9 giugno prossimi.

Successivamente l’avvocato candidato al governo di Palazzo di Città ha partecipato a un convegno sul tema della disabilità, “Bari4All”, tenutosi al Victoria Park Hotel e al quale ha partecipato anche il senatore originario di Cassano delle Murge Ignazio Zullo. Quest’ultimo ha sottolineato l’importanza di rivedere l’approccio generale alla sanità privilegiando i presidi territoriali, con il contributo delle associazioni di volontariato. Fabio Romito ha invece ribadito la necessità di rendere Bari più inclusiva per le persone con disabilità, rimuovendo gli ostacoli che ancora limitano la loro piena partecipazione alla vita della città.

Il candidato sindaco per il centrodestra ha poi sottolineato come sia parte centrale del suo programma quella di rimuovere gli ostacoli e le barriere architettoniche che ancora impediscono ai portatori di disabilità di vivere una vita autonoma e sicura. Per dare un segnale in questa direzione , ha ricordato, «ho aperto la mia campagna elettorale con un evento al fianco del ministro Locatelli». Il sindaco, ha poi aggiunto Fabio Romito, anche se non si occupa direttamente di sanità, «ha potere di stimolo e controllo sulla materia, un controllo che io, al contrario del passato, intendo esercitare».


- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli