Manchette
lunedì 26 Febbraio 2024
Manchette

Tutolo in tenda davanti al Consiglio regionale della Puglia: «Equa distribuzione dei fondi per la sanità»

Non si ferma la protesta di Antonio Tutolo, consigliere regionale del gruppo Misto, che da ieri mattina ha piazzato una tenda davanti all’ingresso del Consiglio pugliese e ha trascorso la notte dormendo in auto per chiedere «un’equa distribuzione tra tutti i territori delle risorse del fondo sanitario».

Oggi Tutolo parteciperà ai lavori del Consiglio regionale «ma il presidio rimane lì dov’è», assicura.

Il consigliere regionale, in particolare, sottolinea che i soldi per la sanità arrivano «in minima parte» in Capitanata rispetto a Bari, «dove un cittadino, per la diagnostica per immagini, ha a disposizione un budget triplo rispetto a un foggiano. Anche in via Gentile – aggiunge – sanno tutto, tant’è che ieri mattina sono stato convocato dall’assessore alla Sanità Rocco Palese per un colloquio a cui era presente anche Vito Montanaro, il direttore del dipartimento salute della Regione Puglia».

Entrambi, puntualizza Tutolo, «hanno convenuto sul fatto che ci sia disparità nella distribuzione dei fondi, con l’assessore che si era reso immediatamente disponibile a diramare un comunicato stampa in cui dichiarava si sarebbe impegnato ad approfondire la questione con una opportuna ricognizione, prospettando addirittura un’eventuale ridistribuzione».

Tale comunicato, conclude, «che non è mai uscito e che, a mio avviso, è stato bloccato da qualcun altro. Per me non c’è altra spiegazione».

Il sostegno da Lucera

Da Lucera, intanto, un pullman con a bordo numerosi cittadini partirà alla volta di Bari per sostenere «la protesta del consigliere regionale Antonio Tutolo (di Lucera) in relazione a una evidente disparità nella ripartizione dei fondi sanitari destinati alla provincia di Foggia».

Ne dà notizia uno degli organizzatori, Carlo Luciano (tra i collaboratori del consigliere regionale), secondo cui «è necessario che anche noi cittadini affianchiamo una protesta nata dall’esigenza di pretendere lo stesso trattamento sanitario delle altre province pugliesi. Un’iniziativa nata dal basso, figlia della necessità di partecipare ad una iniziativa che tutela i nostri diritti. Il diritto di ogni cittadino ad avere una sanità adeguata», conclude.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli