Manchette
domenica 3 Marzo 2024
Manchette

Ambiente, il bilancio dei Carabinieri Forestali: 1.742 reati nel 2023, scoperte 55 discariche abusive

Sono 1.742 i reati ambientali accertati dai Carabinieri Forestali in Puglia nel 2023 nell’ambito di oltre 77mila controlli – con una media di 213 al giorno – eseguiti su tutto il territorio regionale.

Delle oltre 30mila persone controllate, 868 persone sono state denunciate e due arrestate. Sono invece stati 362 i sequestri penali.

I dati sono stati illustrati stamattina a Bari dal comandante dei Carabinieri Forestali, Angelo Vita.

Quanto alle sanzioni amministrative, sono state complessivamente 3.806, per un importo di quasi quattro milioni e mezzo di euro.

Fra i settori sui quali si sono concentrati i controlli ci sono il monitoraggio ambientale e la tutela della biodiversità. Attraverso il servizio ConEcoFor è stato possibile verificare lo stato delle foreste nella regione e dal monitoraggio non si registrano particolari stati di sofferenza per i boschi pugliesi dovuti a patologie o alla siccità.

Attraverso il progetto Apincittà, invece, sono stati installati quattro alveari nei reparti di Martina Franca, Monte Sant’Angelo, Andria e Margherita di Savoia con l’obiettivo di tutelare le api italiane, specie autoctona e in pericolo.

Rilevanti, nel corso del 2023, sono state anche le attività di vigilanza degli alberi monumentali e delle aree protette della regione inserite nella Rete Natura 2000. Nel primo caso sono stati effettuati 651 sopralluoghi per verificare lo stato di salute di 182 alberi monumentali. Nel secondo caso, i sopralluoghi sono stati 4.621, dei quali 3.183 sui siti di Natura 2000 e 1.431 nelle riserve e nei parchi regionali.

Incendi boschivi: 213 quelli dolosi, 47 con danni alle aree protette

Nell’ambito della prevenzione degli incendi, i controlli eseguiti nel 2023 sono stati 3.358: 499 i reati accertati, 27 le persone denunciate e una arrestata.

Gli incendi boschivi dolosi sono stati 213, quelli che hanno comportato danni alle aree protette sono stati 47, mentre i roghi dolosi di vegetazione non boschiva sono stati 51.

Complessivamente la superficie boschiva andata a fuoco è stata pari a 2.462 ettari (nel 2022 erano stati 1.349), il 50% della quale è stata concentrata in dieci roghi più intensi. Rispetto al 2022, gli incendi boschivi nella regione sono stati 103 in più. La provincia più colpita è stata quella di Foggia, con 119 incendi complessivi (nel 2022 erano stati 70), seguita da quelle di Taranto con 95 roghi (nel 2022 erano stati 51), di Lecce con 85 roghi ( nel 2022 erano stati 92), di Bari con 56 roghi (33 nel 2022), di Barletta-Andria-Trani con 27 roghi (30 nel 2022) e di Brindisi con 7 roghi (10 nel 2022).

Sono stati cinque gli incendi boschivi più estesi nel corso del 2023: quello di san Leonardo (Andria), divampato alle 8 del mattino del 19 settembre (356 ettari andati a fuoco); quello di Levrano delle monache (Taranto), divampato alle 14 del primo agosto (122 ettari a fuoco); quello di Rottacapozza (Lecce), divampato alle 11 del 27 luglio (220 ettari coinvolti); quello di Ruggiano (Foggia), divampato alle 12 del 25 luglio (573 ettari); quello di Guadagnati (Barletta-Andria-Trani), divampato alle 14.30 del 20 luglio (359 ettari).

Rifiuti: scoperte 55 nuove discariche abusive

I depositi incontrollati di rifiuti e le discariche abusive scoperte sono 55 nel 2023, che portano il totale a 400 in tutta la regione.

Proprio il monitoraggio dei rifiuti rappresenta una delle attività principali del corpo Forestali dei Carabinieri, con un totale di 3.494 controlli, 421 reati perseguiti, 243 persone denunciate e 434 illeciti amministrativi accertati, per un totale di oltre 747mila euro di sanzioni inflitte.

I fenomeni di smaltimento illecito dei rifiuti, attraverso abbandoni e combustioni, coinvolge principalmente la provincia di Foggia, soprattutto i Comuni di Candela, Orta Nova, Carapelle e Manfredonia, sui quali sono in corso le indagini.

Per quanto riguarda, in modo specifico la combustione dei rifiuti sono 69 i reati contestati, 27 le persone denunciate e 7 i sequestri. Quanto al traffico illecito di rifiuti, sono 231 le persone controllate, 8 i reati contestati e 17 le denunce.

Per quanto riguarda infine le discariche abusive, sono 3.263 le persone controllate, 344 i reati contestati, 199 le denunce e 102 i sequestri. I controlli sul trasporto dei rifiuti sono, invece, stati in totale 248.

Xylella: più di 10mila controlli

Nell’ambito delle azioni per contenere l’espansione del batterio della Xylella, i Carabinieri Forestali hanno effettuato 10.426 controlli in Puglia nell’ambito del Piano di azione definito dall’Osservatorio fitosanitario della Regione Puglia.

Dalle verifiche sono scaturite 705 sanzioni amministrative per la mancata applicazione delle misure di prevenzione da parte dei proprietari dei terreni. Un fenomeno, ha spiegato Vita, che «interessa soprattutto la provincia di Lecce».

Per quanto riguarda l’attività di controllo sull’olio extravergine di oliva (dal primo novembre al 31 dicembre 2023), ha portato a 329 verifiche, 2 reati contestati e 28 sanzioni amministrative. I controlli sui vini Docg, Dop e Igt hanno portato, fine, a 222 verifiche, 2 reati contestati e 2 denunce.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli