Manchette
mercoledì 17 Aprile 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Asl Bari, nel 2023 oltre 4.200 interventi ortopedici: «Rispettati i tempi delle liste d’attesa»

Da gennaio a novembre 2023, nella Asl Bari, sono stati eseguiti 4.246 interventi ortopedici, 1.012 dei quali in day service, 2.305 con carattere d’urgenza e 929 programmati.

Numeri possibili grazie al rispetto delle tempistiche previste dai codici di priorità del Piano nazionale di Governo delle liste d’attesa del ministero della Salute: 30 giorni per gli interventi urgenti, 60 per i casi gravi, 180 per i meno gravi e 12 mesi per gli altri.

L’azienda sanitaria, sottolinea il direttore generale Antonio Sanguedolce, «è ora in grado di garantire ai cittadini, in regime istituzionale, gli interventi di chirurgia ortopedica nei tempi previsti dalle classi di priorità. Determinante, in tal senso, è stato il ruolo dell’organizzazione dipartimentale delle unità operative di ortopedia della Asl, attraverso un’innovativa organizzazione del lavoro ed una ragionata distribuzione delle attività nei vari presidi ospedalieri».

Il dipartimento di Ortopedia e Traumatologia anche nel 2023 si è segnalato principalmente per le ottime performance nelle fratture del femore operate entro 48 ore: un indice di qualità monitorato dal Piano nazionale esiti – Pne di Agenas.

La nuova organizzazione dipartimentale, distribuita su sette presidi (Di Venere, San Paolo, Altamura, Monopoli, Molfetta, Putignano e Corato), consta di circa 60 dirigenti medici, 130 infermieri e 30 operatori socio sanitari e consente di ampliare l’offerta di interventi chirurgici di traumatologia ed elezione.

In particolare, elemento innovativo della nuova organizzazione dipartimentale è il centro di Chirurgia ortopedica protesica dell’ospedale di Putignano (protesi di anca, ginocchio e spalla), dove dal giugno 2022 l’Asl ha investito importanti risorse umane, organizzative e tecnologiche a disposizione di tutti gli ortopedici del dipartimento, e più recentemente anche con la possibilità di impiegare in sala operatoria un innovativo robot dedicato alla chirurgia protesica.

La rete dipartimentale sarà ulteriormente potenziata anche con l’Ortopedia di Corato che sarà dedicata al trattamento della patologia degenerativa in cui è necessario il trattamento in artroscopia, in particolare degenerazione della spalla e lesione del ginocchio, lesione del crociato e dei menischi.

In aggiunta, nell’ambito del rapporto di integrazione sempre più stretto tra ospedale e territorio, alcuni presidi territoriali di assistenza come Triggiano, Gioia del Colle e Bitonto hanno dato disponibilità e spazi per sedute operatorie dedicate agli stessi ortopedici del dipartimento, di fatto ampliando ulteriormente le possibilità terapeutiche per le varie patologie.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli