Manchette
giovedì 23 Maggio 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Bari al voto, liste al rush finale tra ritorni e new entry: resta il nodo delle presidenze dei Municipi

In vista della consegna definitiva delle liste elettorali prevista per sabato a mezzogiorno, arrivano le prime ufficializzazioni da parte dei candidati sindaco per la poltrona di Palazzo di Città.

Saranno in definitiva sei le liste a sostegno del candidato di una parte del centrosinistra Michele Laforgia: “Bari Bene Comune”, “Bari Città d’Europa”, “Generazione Urbana”, “Laforgia Sindaco”, “Movimento 5 Stelle” e “Partito Comunista Italiano”. La lista “Laforgia Sindaco” raccoglie il mondo delle professioni e della società civile. Tra i candidati Roberto Voza, giuslavorista dell’Università di Bari, Alfredo Marchese, cardiologo di fama internazionale, Angela Santoro, ginecologa, impegnata nel sociale, Angelo Ceglie, operatore culturale, ideatore e direttore artistico di diverse mostre e rassegne cinematografiche. “Bari Bene Comune” è la lista, già presente nel 2019, che accoglie diverse sensibilità politiche, il mondo del volontariato e le diverse aree politico culturali che fanno riferimento alla coalizione. Ci sono, insieme all’assessora al welfare Francesca Bottalico e a Danilo Cipriani, consigliere comunale uscente, il “Partito di Rifondazione Comunista” che avrà due candidati indipendenti, Sabino De Razza e Laura Marchetti, “Convochiamoci per Bari” con, tra gli altri, i candidati Carlo Bruni e Rosanna Ruscelli, Titti De Simone, ex presidente del Partito Democratico di Bari, e Lino Pasculli, già consigliere comunale ed ex assessore nella giunta Emiliano. La lista “Bari Città d’Europa” raccorda il Partito Socialista Italiano e + Europa con Patrizia Dell’Acqua, avvocatessa, Loredana Massafra, bancaria e Antonia Vitale, educatrice. La lista “Generazione Urbana” è la lista tutta composta da under 35, ragazze e ragazzi impegnati nel sociale. Tra loro, sono candidati Marialessia Fanelli e Giuseppe Mastromarco. La lista del M5S comprende i consiglieri comunali uscenti Antonello Delle Fontane e Italo Carelli. Tra i candidati esponenti del mondo accademico, giornalisti, persone provenienti dal mondo del volontariato e dal terzo settore. La lista del “Partito Comunista Italiano” per il consiglio comunale annovera Francesco Violante, professore dell’Università di Bari, Donata Albergo, pensionata e militante storica del Partito, Nicola Ratano, attore, Emanuela Nasca, operaia, Loredana Savino, cantante-musicista e Franco De Mario, segretario regionale Pci.

Otto invece le liste a sostegno dell’altro candidato di centrosinistra Vito Leccese, nelle quali figurano nomi di spicco come quelli degli assessori uscenti Pietro Petruzzelli e Paola Romano per il Partito Democratico, Vito Lacoppola e Carla Palone con la lista Decaro per Bari e Ines Pierucci nella lista dei Verdi. Tra i nomi di spicco candidati con Leccese figurano anche l’attuale presidente dell’assemblea cittadia, Michelangelo Cavone e il capogruppo in aula Dalfino Marco Bronzini, oltre al presidente uscente del Municipio I Lorenzo Leonetti. A sostegno di Leccese anche i consiglieri comunali uscenti Silvia Russo Frattasi, Alessandro Visconti, Nicola Loprieno, Pietro Albenzio e Annarita Lapenna, Alessandra Anaclerio e Francesco Giannuzzi candidati in diverse liste. Per Puglia Favorevole, invece, dovrebbe esserci il giornalista Michele Traversa e, infine, Noi Popolari, schiererà i consiglieri comunali Leo Magrone e Giuseppe Cascella.

Poche le indiscrezioni trapelate per il momento sulle liste di Fabio Romito che in queste ore sta definendo gli ultimi dettagli. In attesa che venga sciolta la riserva è sicuro che il candidato di centrodestra potrà contare sulla lista di Fratelli D’Italia con i consiglieri comunali uscenti Antonio Ciaula, Antonio Testini e Pino Viggiano. Romito non presenterà una lista con il simbolo della Lega, ma ci sarà un contenitore in comune con esponenti dell’Udc. Tra loro anche il consigliere uscente Pino Monaco. Confermata ovviamente Forza Italia mentre nella formazione potrebbero esserci anche una compagine denominata Agorà e una con riferimento all’ex consigliere regionale Mario Conca.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli