Manchette
domenica 19 Maggio 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Bari, il fisioterapista ucciso “per vendetta” dal papà di una paziente che lo accusava di lesioni – VIDEO

Un rancore provato per anni, da quando, nel 2019, Mauro Di Giacomo avrebbe “provocato”, secondo l’assassino, gravi lesioni a sua figlia, durante una seduta di fisioterapia.

Sarebbero questi i motivi alla base dell’omicidio del fisioterapista barese avvenuto il 18 dicembre del 2023 nel quartiere Poggiofranco a Bari. È quanto emerso dalle indagini che oggi hanno portato all’arresto, da parte degli agenti della squadra mobile del capoluogo pugliese, di Salvatore Vassalli, 59enne canosino, ritenuto responsabile dell’omcidio.

Nel 2020 la famiglia, di Canosa di Puglia, aveva intentato una causa civile nei confronti di Di Giacomo che aveva negato le sue responsabilità.

La vicenda aveva fatto sorgere astio e rancore nei confronti del fisioterapista fino a quando, dopo alcuni sopralluoghi fatti a febbraio 2023, il 18 dicembre il presunto assassino lo avrebbe aspettato sotto casa e lo avrebbe ucciso scaricandogli contro l’intero caricatore.

Al 59enne viene contestata oltre che la premeditazione anche l’aggravante della crudeltà per “l’incontenibile furia omicida”, che lo ha portato anche a infierire, dopo gli spari, con colpi al capo.

Mauro Di Giacomo, 63 anni, fu ucciso a colpi di pistola nel parcheggio a pochi passi dalla sua abitazione di via Tauro. Il fisioterapista fu colpito, oltre che dai proiettili, anche da oggetti contundenti e per questo sul corpo furono riscontrate alcune fratture. Di Giacomo avrebbe avuto prima una violenta discussione con il suo killer dal quale sarebbe stato quindi prima aggredito fisicamente e poi, mentre tentava di fuggire, ferito con numerosi colpi di pistola sparati sia da vicino sia mentre si allontanava. Di Giacomo morì sul posto per shock emorragico.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli