Manchette
giovedì 23 Maggio 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Bari, Lulic o Acampora vice Benali. Il tecnico Pecchia del Parma: «Niente calcoli»

Ancora una volta microfoni spenti in casa Bari. Come già accaduto la scorsa settimana prima del match contro il Cosenza, anche ieri, alla vigilia della sfida casalinga contro il Parma, nessuna dichiarazione dei tesserati biancorossi. Di fatto, dalla pesantissima sconfitta subita in Calabria sabato scorso il club pugliese è in silenzio stampa. Una scelta probabilmente inevitabile, nonché comprensibile, viste le troppe chiacchiere raccontate nelle ultime settimane, ma che non è mai stata comunicata ufficialmente. L’ennesimo paradigma stagionale della scarsa attenzione manifestata nei confronti della piazza e degli addetti ai lavori.

Ieri mattina, intanto, la squadra ha fatto rientro a Bari dal mini ritiro di tre giorni a pochi passi da Mater, scattato dopo l’ultimo ko in campionato. I biancorossi, dopo gli allenamenti al comunale di Altamura, hanno effettuato la rifinitura al San Nicola. Nessuna novità nelle convocazioni. Alle assenze già note di Bellomo e Benali, entrambi squalificati, si sommano quelle di Puscas, Diaw e Maiello, tutti e tre ancora alle prese con guai fisici.

Mister Giampaolo, nonostante i dubbi degli ultimi giorni, dovrebbe confermare l’assetto utilizzato nelle ultime due gare, affidandosi ancora al 4-2-3-1. Novità attese sulla mediana e in attacco. A centrocampo ballottaggio Lulic-Acampora per sostituire Benali, con il croato che potrebbe essere favorito. Nel reparto offensivo Sibilli, nel ruolo di trequartista, e Nasti, nelle vesti di punta centrale, sono sicuri di una maglia. Le altre due casacche sono contese da Kallon, Aramu e Morachioli, con i primi due che potrebbero spuntarla sull’ex Renate.

Anche il Parma è alle prese con diverse assenze. Pecchia deve rinunciare a Camara, squalificato, e Benedyczak, vice capocannoniere dei ducali con 10 gol, uno in meno rispetto a Man, a quota 11, appena recuperato per la trasferta in Puglia. Gli emiliani scenderanno in campo con un modulo speculare a quello del Bari, ma certamente ben più consolidato rispetto al fresco utilizzo da parte dei pugliesi. Parecchi i ballottaggi per il tecnico di Formia: Circati-Balogh al centro della difesa; Di Chiara-Zagaritis sulla corsia sinistra, con il primo favorito; quindi Sohm-Hernani e Partipilo-Mihaila in attacco.

Ieri nella conferenza pre partita il tecnico dei gialloblù ha invitato la squadra a tenere alta la tensione, con il chiaro riferimento alla possibilità di poter centrare la promozione proprio contro i galletti: «La cosa che mi fa piacere è che anche noi dobbiamo giocare per un risultato, quindi senza calcoli. E la partita sarà giocata contro una squadra che ha voglia di vincere. Niente calcoli, come abbiamo sempre fatto per vincere. In questo momento bisogna pensare che ci sono 9 punti in palio e il campionato non finisce a Bari. Noi giochiamo sempre per vincere».

Pecchia quindi ha fatto il punto sulla squadra pugliese: «A distanza di dieci mesi questo gruppo lavorava per andare in serie A e ora è in un momento totalmente diverso, ma questo è il campionato di serie B dove i valori si riducono e la differenza è nei dettagli. La squadra è molto esperta, al di là del momento e della classifica. Che partita sarà? Mi aspetto un po’ di tutto, bisognerà saper gestire la gara, attendere e poi cercare il gol con intensità, voglia e qualità».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli