Manchette
domenica 25 Febbraio 2024
Manchette

Cassano delle Murge piange padre Vito Giorgio: una vita al fianco degli ultimi

Una vita spesa per il servizio sacerdotale al fianco degli ultimi. Gran parte di questa esperienza di Fede, padre Vito Giorgio l’ha vissuta per il suo Rwanda. Il missionario, originario di Cassano delle Murge, è morto all’età di 84 anni a Padova.

Padre Giorgio aveva preso i voti nel 1966 presso l’Ordine dei Padri Rogazionisti dove si laureò in Lettere Classiche e Filosofia nell’università di Padova. Poi una vita in missione: nel 1980 gli fu affidata la parrocchia della città di Mugombwa e la responsabilità del centro di accoglienza dei minori orfani di Nyanza.

Nel 1994, allo scoppio del genocidio in Rwanda, padre Giorgio si trovava in Italia. Decise di fare immediatamente ritorno in Africa. La guerra civile tra Hutu e Tutsi non risparmiava i più piccoli, ma il rogazionista riuscì a mettere in salvo numerosi orfani, come racconta in una pubblicazione edita da “Il pozzo di Giacobbo”. Acquistò cibo per sfamare gli ospiti in attesa dell’arrivo della Croce Rossa.

Con la collaborazione dell’allora console onorario di Kigali, Pierantonio Costa, il missionario cassanese pose la scritta “Ambasciata d’Italia” all’ingresso dell’orfanotrofio. Riuscì in parte a scongiurare gli assalti dei miliziani.

L’opera misericordiosa in Africa è valsa a don Vito Giorgio il riconoscimento nel 2011 nel “Giardino dei Giusti” di Padova. Un parco dove si riconoscono le gesta di coloro che si sono opposti ai genocidi del XX secolo.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli