Manchette
lunedì 20 Maggio 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Il Bari naufraga a Como, Iachini sconsolato: «Dovevamo essere più cinici» – HIGHLIGHTS

Altra debacle del Bari, questa volta sul campo del Como secondo in classifica. A fine gara parla solamente mister Beppe Iachini: «Eravamo venuti qui per fare una bella gara e segnare. Ci hanno interrotto più di qualche volta mentre sviluppavamo azioni importanti, poi abbiamo avuto diverse occasioni importanti per far gol. Quelle di Puscas sono palle che se le metti dentro ti cambiano la partita. Poi sono stati bravi loro nell’occasione del gol del vantaggio».

Iachini prosegue nella sua analisi: «Dovevamo essere cinici per portare la gara sui binari giusti, quando capitano quelle palle devi fare gol. Nel secondo tempo siamo entrati in campo con lo stesso piglio cambiando qualcosa tatticamente, ma non siamo riusciti a segnare anche per colpa del portiere avversario Abbiamo avuto diverse occasioni con Achik, Vicari, riuscendoci purtroppo solo alla fine. Dovevamo buttare la palla in rete perché il sale del calcio è quello, siamo condannati dagli episodi. Nel secondo tempo abbiamo giocato in maniera ancora più offensiva mettendoli in difficoltà sugli esterni e dovevamo insistere ancora di più. Loro hanno creato molto più in ripartenza».

A pesare sono i soliti errori sui gol subiti: «Dovevamo accorciare piuttosto che scappare. Zuzek lo aveva fatto bene in un paio di circostanze, può capitare. Siamo arrivati in ritardo e ci siam fatti beccare, non doveva accadere. Per il resto della gara la squadra è stata sempre compatta. Dovevamo sviluppare meglio, dovevamo insistere con i vari cambi di gioco per metterli in difficoltà e buttare più palle in mezzo. L’episodio fondamentale della gara è stato il minuto quando abbiamo fallito il gol con l’errore di Puscas e poi subito il gol del Como».

Iachini parla del momento della sua squadra: «Stiamo portando avanti tante situazioni, ma ai dati di fatto non abbiamo raccolto quello che meritavamo, anche perché nelle ultime 5 partite siamo stati molto sfortunati, per tanti episodi diversi. Abbiamo cercato di lottare fino alla fine anche se non riusciamo a buttare la palla dentro, è il nostro difetto che dobbiamo insistere per riuscire a farlo. Non dobbiamo parlare di paura, nelle ultime settimane abbiamo giocato un po’ sotto pressione. Noi dobbiamo andare in campo e giocare. Dobbiamo invertire la rotta, ritrovando il gol e sbloccando le gare. Stiamo pagando dazio poiché segniamo pochissimi gol rispetto a quanto creiamo».

La chiosa finale di Iachini è su Aramu e l’impegno della squadra: «Conosciamo Mattia e il suo percorso, stiamo cercando di recuperarlo. Diaw è venuto qui con noi, ma non sta bene. Ho provato a farlo scaldare, ma aveva dolore alla schiena. Maita ha avuto un problemino e l’ho tolto. Con questi ragazzi dobbiamo arrivare fino in fondo. Non ho dubbi che i ragazzi stiano dando tutto, la squadra ci crede e non molla e per questo segniamo sempre nei minuti finali. Alla prima sbavatura gli altri fanno gol e ci castigano. Nel calcio in questi momenti funziona così: adesso dobbiamo lavorare per invertire la rotta».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli