Manchette
venerdì 1 Marzo 2024
Manchette

Il PalaFlorio spinge l’ItalVolley. Ora testa ai quarti di finale. De Giorgi: «Siamo sulla strada giusta»

Vince e convince l’Italvolley di Ferdinando De Giorgi: il successo ottenuto per 3-0 sulla Macedonia del Nord ha permesso agli azzurri di volare ai quarti di finale dove domani sera (ore 21) affronterà l’Olanda al PalaFlorio di Bari.

La Nazionale Italiana ha mostrato grande compattezza per l’intero match, riuscendo a reagire anche nei piccolissimi frangenti di difficoltà: Giannelli e compagni hanno mostrato di essere superiori rispetto alla compagine macedone, ottenendo più che meritatamente il passaggio del turno.

«L’entusiasmo del pubblico è stato bellissimo, vincere è altresì importante ma il successo che sta avendo questo Europeo itinerante è un segnale importantissimo per il nostro movimento – afferma nell’immediato post partita coach Fefè De Giorgi – il nostro compito di squadra è quello di alimentarlo con i risultati ma anche con il nostro atteggiamento».

Una partita sempre sotto controllo da parte degli azzurri: «Dovevamo affrontare così questa sfida, poi le cose diventano facili se ci si impegna per farle diventare tali: la Macedonia è una squadra che sa lottare, composta da diversi giocatori buoni, però ha delle pecche nei fondamentali della ricezione. Il nostro primo obiettivo era mettere pressione con continuità ai loro ricevitori e lo abbiamo fatto. Poi siamo stati in campo sempre con lo stesso ritmo fino alla fine dell’incontro». E adesso testa all’Olanda, che ha sconfitto per 3-1 la Germania nell’altro ottavo di finali: «CI siamo preparati, siamo pronti a lottare: vedremo se il lavoro che avremo fatto sarà sufficiente. Ovviamente più andremo avanti e più gli avversari saranno più competitivi, per me l’importante è che la squadra sia preparata e pronta. Ogni partita non si gioca mai da soli, ma la capacità di reazione della squadra spesso può fare la differenza».

La soddisfazione per il risultato ottenuto si evince anche dalle parole di Gianluca Galassi: «Una vittoria che cercavamo e volevamo, era importante farlo per continuare il nostro percorso: abbiamo giocato bene, dobbiamo essere felici di ciò che abbiamo fatto. Ogni volta c’è sempre qualcosa che possiamo migliorare ma stiamo giocando una pallavolo di livello e possiamo giocarcela con tutti per arrivare fino in fondo alla competizione». Il centrale azzurro commenta anche i momenti di up&down avuti dalla Nazionale nel corso del percorso: «Gli alti e i bassi ci saranno sempre, dobbiamo solo imparare ad accendere l’interruttore quanto prima una volta entrati in campo e fare il nostro gioco. Abbiamo visto che quando giochiamo bene siamo ben ripagati e siamo difficili da battere».

Con la Macedonia, grande impatto al match: «L’approccio è stato importante, non è da tutte le squadre: si può correre il rischio di sottovalutare un avversario come la Macedonia del Nord. Noi siamo stati bravi sin dall’inizio a pensare solo a noi, si è visto subito nella fase break dove siamo stati molto incisivi: dobbiamo prendere le cose positive da questa partita e lavorare su quelle negative. Martedì (domani, ndr) saremo di nuovo in campo – conclude Galassi – ora cercheremo di riposare un poco e ci prepareremo al meglio per affrontare la nostra avversaria».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli