Manchette
sabato 13 Aprile 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Il Venerdì santo dei baresi. Per le vie del centro la processione dei Misteri

Il Venerdì santo è il venerdì che precede la Pasqua cristiana. In questo giorno i fedeli commemorano la passione e la crocifissione di Gesù Cristo. Nella mattinata del Venerdì viene continuata, pur se senza solennità, l’adorazione eucaristica all’Altare della Reposizione, allestito dopo la Messa vespertina in Coena Domini del Giovedì. Dopo il rito dei “sepolcri”, la tradizionale visita agli altari sparsi in giro per la città vecchia (i luoghi in cui viene custodito il pane eucaristico per la comunione), oggi tutta l’attenzione è concentrata sulla processione dei Misteri per le vie del centro cittadino.

I riti della Quaresima sono particolarmente sentiti dai baresi, per via di una tradizione centenaria che và ben al di là della fede cattolica e che si continua a tramandare di generazione in generazione, attirando la curiosità dei credenti e non.

Quest’anno sarà la volta delle statue custodite nella Vallisa, conosciuti da tutti come “le chiangiaminue”, poiché solitamente escono negli anni in cui la Pasqua arriva bassa, con alta possibilità di pioggia, a sfilare in silenzio per le strade del centro cittadino. I Misteri della Vallisa sono attualmente nove: Gesù nell’Orto, San Pietro, Gesù alla colonna, Gesù con la canna o Ecce Homo, Gesù porta la croce, San Giovanni, il Calvario con la Maddalena ai piedi, Gesù morto, l’Addolorata. La processione inizierà alle 9.00 dalla chiesa di San Gaetano.

Poi i passaggi nella città vecchia in strada San Gaetano, strada Lamberti, strada Santa Teresa dei Maschi, strada de’ Gironda, strada degli Orefici, piazza Mercantile, via Fragigena, strada Palazzo di Città, piazzetta Sant’Anselmo, strada San Marco, via delle Crociate, piazzetta 62 Marinai, strada Martinez, strada Santa Maria del Buon Consiglio, strada Santa Scolastica, piazza San Pietro, strada Santa Teresa delle Donne, largo Ospedale Civile, via Pier l’Eremita, strada Santa Chiara, via Ruggiero il Normanno, piazza Federico II di Svevia, piazza Odegitria e rientro nella Cattedrale di San Sabino previsto per le 13. Dalle 15 ripartenza da piazza Odegitria e percorso che si articolerà in piazza Federico II di Svevia, via San Francesco d’Assisi, piazza Garibaldi, via Francesco Crispi, via Pietro Ravanas, via Dante Alighieri, via Sagarriga Visconti, largo Nitti Valentini, corso Vittorio Emanuele II alle ore 20 circa. Poi rientro da piazza Chiurlia, strada Palazzo dell’Intendenza, via Boemondo, di nuovo in piazza Federico II di Svevia ed in piazza Odegitria. Rientro in Cattedrale previsto per le 23.

Ma la processione in centro non è l’unica che si terrà oggi in città. Forti della loro identità di borghi un tempo autonomi, anche a Carbonara, Ceglie, Santo Spirito e Palese le chiese matrici metteranno in scena la loro rappresentazione della Passione di Cristo. Le statue inizieranno il loro percorso, come da tradizione, la sera. A Santo Spirito si seguirà il seguente percorso: dalla chiesa dello Spirito Santo su corso Garibaldi fino all’incrocio di via Massari, via Conte Mossa a sinistra fino all’incrocio di via Catino a destra, via Lucca, via Palermo fino all’incrocio con via Napoli a sinistra. Si proseguirà poi su via Savona fino all’incrocio con via Suor Maria Lucchesi per poi approdare sul lungomare Cristoforo Colombo e a destra fino all’incrocio con corso Umberto. La processione poi tornerà su via Napoli e proseguirà nuovamente verso la chiesa dove ci si fermerà per concludere il rito.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli