Manchette
sabato 13 Aprile 2024
Manchette
- Inread Desktop -

L’Asl apre a cittadini e associazioni per attività di supporto in tutte le strutture del Barese

Mettere i cittadini al centro della Sanità pubblica con strumenti di partecipazione concreta. È l’obiettivo della manifestazione d’interesse lanciata dall’Asl Bari per offrire la possibilità a volontari, associazioni, cooperative e imprese sociali di affiancare e supportare gli operatori sanitari nelle diverse strutture aziendali.

Il modello di “sanità partecipata” comincia dalle farmacie territoriali dell’Asl Bari ma l’obiettivo è quello di allargarlo alla partecipazione attiva dei cittadini a tutti gli ambiti sanitari in cui sia concretamente possibile.

Il percorso, presentato nel corso dell’ultima assemblea del Comitato consultivo misto a cui hanno partecipato associazioni e referenti dei distretti e il direttore generale facente funzioni dell’Asl Bari Luigi Fruscio, si inserisce nel solco dei principi cardine della Legge 833 del 1978, in virtù della quale “… l’attuazione del servizio sanitario nazionale compete allo Stato, alle regioni e agli enti locali territoriali, garantendo la partecipazione dei cittadini” e delle norme di attuazione nazionali e regionali in materia di Sanità pubblica e di coinvolgimento delle realtà operanti nel terzo settore.

«Questo avviso – ha spiegato il direttore Fruscio – è una realtà innovativa e forse unica: i cittadini si sentiranno meno soli, grazie alla presenza di figure che faciliteranno l’accesso e il percorso degli utenti all’interno delle strutture aziendali, al fine di creare un’economia circolare virtuosa della partecipazione dei cittadini all’interno del servizio sanitario nazionale».

Obiettivo della manifestazione d’interesse è stilare un elenco di profili idonei all’affidamento delle attività di supporto all’Asl, da dettagliare in un momento successivo, soprattutto con riferimento alla preparazione delle forniture (farmaci, ausili protesici, alimenti speciali, ecc.) destinati a pazienti in assistenza domiciliare integrata (Adi) oppure ospiti di strutture residenziali sanitarie e sociosanitarie (Rsa e Rssa).

Si tratta di un supporto importante per il dipartimento della assistenza territoriale (diretto da Rosella Squicciarini) e per il dipartimento del farmaco (diretto da Stefania Antonacci) e le sue 12 farmacie territoriali distribuite tra Bari (nell’ex Cto) e i comuni dell’Area metropolitana: Altamura, Gravina, Rutigliano, Grumo, Giovinazzo, Bitonto, Triggiano, Monopoli, Conversano, Molfetta e Gioia del Colle.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli