Manchette
martedì 18 Giugno 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Trani, all’avvocata Laura Monti del Foro di Ravenna la prima edizione del Premio nazionale Giustina Rocca – VIDEO

È l’avvocata Laura Monti del Foro di Ravenna la vincitrice della prima edizione del Premio nazionale Giustina Rocca.

Il riconoscimento, nato in onore della prima avvocata della storia, è stato consegnato sabato scorso nel corso di una cerimonia che si è svolta nella biblioteca comunale Giovanni Bovio di Trani.

L’avvocata Monti ha vinto il premio di 3mila euro e 1.500 euro in testi giuridici (delle Edizioni Duepuntozero). A Daniela Garrisi del Foro di Lecce è andato il secondo premio, del valore di 2mila euro. Il terzo premio, di mille euro, è stato attribuito a Laura Febert del Foro di Reggio Calabria (non presente alla cerimonia).

Quella di sabato è stata una giornata intensa per Trani che ha celebrato la sua concittadina illustre Giustina Rocca, a cui la Corte di giustizia dell’Unione europea a Lussemburgo ha recentemente intitolato la sua torre più alta.

Il nome della giurista è passato alla storia grazie a un lodo arbitrale reso l’8 aprile 1500 nell’ambito di una controversia che era stata incaricata di risolvere. Alla corte del governatore veneziano di Trani, Giustina Rocca pronuncia il lodo arbitrale in lingua volgare – anziché in latino secondo gli usi dell’epoca – per renderlo comprensibile al pubblico venuto per assistere alla pronuncia. Convoca poi la parte soccombente affinché questa le versi gli onorari d’uso, sottolineando così, in un’epoca in cui le donne non avevano accesso né all’istruzione né all’esercizio delle professioni giuridiche, la sua volontà di essere trattata al pari degli uomini che disponevano di tali prerogative. Denominando Rocca la sua torre più alta, la Corte di giustizia dell’Unione europea ricorda il suo attaccamento all’accessibilità al diritto e alla giustizia da parte di tutti e ribadisce, facendo eco alla propria giurisprudenza, il suo impegno a favore delle pari opportunità.

Una trentina le professioniste giunte a Trani da diversi Fori d’Italia da nord a sud della penisola, autrici degli elaborati valutati da una Commissione scientifica giudicatrice.

I premi, dal quarto al sesto, sono andati a Anna Chiara Dellerba del Foro di Foggia, Noemi Mallone del Foro di Torino, Arianna Gargiulo del Foro di Verona, alle quali è stata consegnata una stampa su tela incorniciata riproducente l’antico sipario del Molinaro dedicato agli Ordinamenta Maris del Maestro artigiano Matteo Tedeschi.

A tutte le sei vincitrici sono andati anche supporti essenziali per l’esercizio della professione forense come l’accesso a una banca dati con Intelligenza artificiale di Giurispedia, una pochette-portatablet firmata La fille des Fleurs; uno zaino portatoga di Skémata toghe; il volume in anteprima “La tutela della persona del codice rosso“, Edizioni Duepuntozero di Claudia Carioti, presente anch’ella alla cerimonia.

Un premio alla carriera, il prestigioso “Melvin Jones Fellow”, massimo riconoscimento internazionale dei Lions, è stato attribuito alla dottoressa Silvana Sciarra, giurista tranese, presidente emerito della Corte costituzionale e presidente del Comitato direttivo della Scuola Superiore della Magistratura. Un ulteriore premio speciale fuori concorso, consistente in una toga da avvocato di Skémata con il logo registrato del Premio di Giustina Rocca, è stato consegnato direttamente all’avvocata Costanza Manzi, decana dell’Ordine degli avvocati di Trani e membro della commissione scientifica giudicatrice.

Il Premio nazionale Giustina Rocca nasce da un’idea del Club Lions “Ordinamenta Maris” di Trani, con la collaborazione della Città di Trani e dell’Ordine degli Avvocati di Trani, con i patrocini di Consiglio Nazionale Forense, Lions International – Italy oltre che Lions Multidistrettuale 108 Italy e Distretto 108AB Puglia, Regione Puglia, Pact, Provincia di Barletta Andria Trani, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Croce bianca, Commissione “Pari opportunità Trani” e Rai Puglia, in collaborazione con i partner Giurispedia, Edizioni Duepuntozero e Skémata toghe d’autore.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli