Manchette
sabato 20 Luglio 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Papa Francesco al G7 in Puglia: «La politica crei le condizioni per un uso fruttuoso dell’IA»

«Spetta a ognuno farne buon uso» dell’intelligenza artificiale «e spetta alla politica creare le condizioni perché un tale buon uso sia possibile e fruttuoso». Lo ha detto Papa Francesco, intervenendo alla sessione del G7 dedicata a Intelligenza artificiale, energia, Africa e Mediterraneo.

«Non possiamo nascondere il rischio concreto, poiché insito nel suo meccanismo fondamentale, che l’intelligenza artificiale limiti la visione del mondo a realtà esprimibili in numeri e racchiuse in categorie preconfezionate, estromettendo l’apporto di altre forme di verità e imponendo modelli antropologici, socio-economici e culturali uniformi. Il paradigma tecnologico incarnato dall’intelligenza artificiale rischia allora di fare spazio a un paradigma ben più pericoloso, che ho già identificato con il nome di “paradigma tecnocratico“», aggiunge il Santo Padre.

«Tra le tante sfide globali che dobbiamo affrontare in questo periodo abbiamo deciso di dedicare la sessione outreach a quelle che consideriamo più urgenti: l’intelligenza artificiale prima di tutto con le opportunità che si aprono e i rischi collegati, al Mediterraneo, un’area di crisi e un luogo di dialogo, all’Africa, continente con cui vogliamo avviare una cooperazione completamente nuova», spiega la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni aprendo la sessione. «Abbiamo bisogno di lavorare senza approcci ideologici – ha proseguito la premier prima di passare la parola a Papa Francesco – ai cambiamenti climatici che impattano soprattutto sulle nazioni del Global South».

La premier ha poi ringraziato Papa Francesco «per aver accettato il nostro invito, grazie per la prima volta di un pontefice al G7, grazie per le sue parole che sono chiaramente fonte ispirazione per ciascuno noi».

Meloni ha evidenziato che è «un momento storico, non ringrazierò mai abbastanza Sua Santità per essere qui, è un grande onore di avere il Papa che condividerà con noi un momento storico».

L’impegno del G7: «Promuoveremo un’IA sicura»

«Promuoveremo un’IA sicura, protetta e affidabile» attraverso un «approccio inclusivo». È l’impegno sull’Intelligenza Artificiale che il G7 evidenzia nel comunicato finale del vertice di cui l’ANSA ha preso visione e che sul tema prosegue: «Riconosciamo la necessità di approcci alla governance dell’IA che favoriscano l’inclusione, per aiutarci a sfruttare il potenziale dell’IA in un modo che rifletta questi valori e promuova il suo sviluppo mitigandone i rischi, anche per quanto riguarda i diritti umani».

Il G7 intende lavorare a questo obiettivo «cooperando attivamente con altre parti interessate». Quindi nel comunicato si sottolinea: «Lavoreremo per garantire che l’intelligenza artificiale consenta una maggiore produttività, posti di lavoro di qualità e un lavoro dignitoso». E si spiega: «Per raggiungere questi obiettivi, lanceremo un piano d’azione sull’uso dell’intelligenza artificiale nel mondo del lavoro», chiedendo ai relativi ministeri di competenza di svilupparlo.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli