Manchette
domenica 3 Marzo 2024
Manchette

Fitto è già padrone di Fratelli d’Italia in Puglia: a lui 5 congressi su 6 e a Gemmato resta soltanto Bari

Da tempo è l’alter ego della premier Giorgia Meloni che gli ha affidato i dossier più importanti, primi tra tutti quelli su Pnrr e fondi europei. Ora, però, il ministro Raffaele Fitto si appresta a diventare anche il padrone di Fratelli d’Italia in Puglia: i suoi fedelissimi sono favoriti in cinque dei sei congressi provinciali che saranno celebrati nelle prossime settimane, con l’ala capeggiata dal sottosegretario Marcello Gemmato che dovrà accontentarsi di guidare Bari e dintorni.

Nella provincia di Brindisi è favorito il leader uscente Luigi Caroli, proveniente da Forza Italia e avvicinatosi a Fitto negli ultimi mesi. Secondo le previsioni, Caroli dovrebbe avere la meglio sull’ala nostalgica di Fratelli d’Italia, vicina a Gemmato e formata da Angelo Palmisano, sindaco di Ceglie Messapica, Christian Continelli e Francesco Fiera, attivi rispettivamente a Ostuni e Fasano, e Roberto Quarta, il consigliere comunale brindisino che nei mesi scorsi è stato espulso dal partito e che sui social non esita a condividere foto di Benito Mussolini e persino bottiglie di vino col Duce sull’etichetta. Insomma, all’orizzonte c’è lo scontro tra un moderato e un gruppo di “duri e puri” che dovrebbe risolversi a favore del primo. Allo stesso modo, due parlamentari della “scuderia” di Fitto saranno chiamati a guidare il partito rispettivamente a Taranto e a Lecce: si tratta dei deputati Dario Iaia e Saverio Congedo. Il ministro del Sud e del Pnrr si appresta a mettere le mani anche sui circoli provinciali di Foggia, attraverso il consigliere regionale Giannicola De Leonardis che è dato in vantaggio sul deputato gemmatiano Giandonato La Salandra, e della Bat, attraverso Francesco Ventola che è anche capogruppo di Fratelli d’Italia nell’assemblea pugliese.

L’unico circolo destinato a restare appannaggio dell’ala che fa capo a Gemmato è quello di Bari, dove sarà messa ai voti una mozione unitaria a sostegno del consigliere regionale e coordinatore provinciale uscente Michele Picaro. Per quest’ultimo, però, la conferma non sarà tutta rose e fiori. Sarà lui, infatti, a dover affrontare le prossime elezioni comunali baresi per le quali, dopo “il gran rifiuto” del senatore Filippo Melchiorre, Fratelli d’Italia non è stata finora in grado di esprimere un candidato sindaco forte e autorevole, preferendo ripiegare su un civico o addirittura su un esponente della Lega come Fabio Romito. La situazione ha creato non poco malumore tra i meloniani che avrebbero voluto sostenere un candidato di partito nella corsa alla successione di Antonio Decaro e che invece, sondaggi alla mano, sembrano rassegnati all’ennesima sconfitta. Se Fitto dovesse aggiudicarsi cinque congressi su sei e la coppia Gemmato-Picaro dovesse perdere le elezioni baresi, anche la segreteria regionale verrebbe messa in discussione: i nomi che circolano sono quelli di Ventola e Iaia, entrambi vicini al ministro del Pnrr.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli