Manchette
sabato 2 Marzo 2024
Manchette

Giornata della Memoria, Emiliano: «Un richiamo alla responsabilità collettiva». Le iniziative in Puglia

«La Puglia partecipa al ricordo della Shoah, una delle pagine più buie della storia dell’umanità. Lo fa nell’assoluta convinzione che ravvivare e tramandare la memoria della brutalità nazifascista non rappresenti un esercizio retorico rivolto al passato, ma costituisca un passaggio fondamentale per mantenere alta l’attenzione nei confronti delle forme di negazione dell’umanità». Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, presenta così le tante iniziative in programma in questi giorni in occasione del Giorno della Memoria, istituito per ricordare la persecuzione e lo sterminio del popolo ebraico, le leggi razziali e la deportazione, la prigionia e la morte di quanti, per proteggere e salvare le vite dei perseguitati, si sono opposti alla violenza nazisfascista.

Citando Primo Levi – “È avvenuto, quindi può accadere di nuovo” – Emiliano evidenzia che «per fare in modo che non succeda ancora, dobbiamo nutrire quotidianamente gli anticorpi della democrazia, della solidarietà, della fratellanza. La Giornata della Memoria non è, quindi, solo un momento di commemorazione e di condanna unanime dell’antisemitismo, ma è soprattutto un richiamo alla responsabilità collettiva di promuovere il rispetto dei diritti e della dignità umana contro tutte le forme di discriminazione ancora esistenti», conclude.

Le iniziative in Puglia sono cominciate ieri con l’inaugurazione, nel Castello Svevo di Bari, della mostra “Nonostante il lungo tempo trascorso… Le stragi nazifasciste nella Guerra di Liberazione 1943 – 1945“, mentre oggi, nella sede parigina dell’Unesco, si è tenuto il Concert of Lights a cura di un cast interamente pugliese.

Le iniziative del 26 gennaio

Domani, alle ore 11:30, a Lecce, si terrà la conferenza stampa di presentazione degli eventi della Settimana della Memoria, organizzata dal Museo ebraico di Lecce, che prenderà il via sabato per concludersi il 30 gennaio con l’incontro pubblico con l’avvocato Claudio Fano (testimone diretto delle leggi razziali e scampato alla deportazione degli ebrei del ghetto di Roma del 16 ottobre 1943).

Ad Andria, le alunne e gli alunni del primo circolo Guglielmo Oberdan assisteranno alla proiezione del cortometraggio “La cultura come sveglia delle coscienze“, realizzato dagli studenti dell’istituto “Monsignor Antonio Bello” di Molfetta. La proiezione sarà replicata anche per le ragazze e i ragazzi dell’istituto “Ettore Carafa” di Andria.

L’Università di Foggia, poi, ha organizzato la proiezione online del film “La verità negata“.

Nella Biblioteca comunale di Trani, invece, saranno ricordate la figura e le opere dello scrittore Vincenzo Pappalettera, partigiano di famiglia pugliese e reduce del campo di concentramento di Mauthausen.

Le iniziative del 27 gennaio

Sabato 27 gennaio, Giorno della Memoria, si comincia alle 9:15, nella Sala degli Specchi della Prefettura di Bari, con la cerimonia di consegna della Medaglia d’onore concessa dal Presidente della Repubblica ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager nazisti.

Alle 10, presso la Prefettura di Foggia, si terrà un’iniziativa commemorativa dei cittadini deportati e internati presso i lager nazisti.

Ancora alle 10, presso il Bibliocenter di Alberobello, la Fondazione Casa Rossa presenterà i progetti finanziati dalla Regione Puglia attraverso il bando “La cultura si fa strada – I luoghi della memoria“.

Al Teatro Fusco di Taranto, Teatro pubblico pugliese promuove il doppio appuntamento (matinée per le scuole alle ore 10.30 e serale per il pubblico alle ore 21) del progetto “Tanto vale divertirsi“, di Antonella Carone, Tony Marzolla, Loris Leoci con la drammaturgia di Damiano Nirchio.

Alle 11, il Teatro Piccinni di Bari ospiterà un’edizione speciale de “La palestra“, conferenza-spettacolo con la direzione artistica di Francesco Asselta dedicata alla commemorazione della Shoah.

Alle 17, la Biblioteca civica Rendella di Monopoli ospiterà un evento speciale di Sudestival con Marco Belpoliti, scrittore e docente di Sociologia della letteratura presso l’Università di Bergamo che terrà una lectio magistralis su “Se questo è un uomo” di Primo Levi; seguirà la proiezione de “La strada di Levi” di Davide Ferrario.

Alle 17:30, a Corato, prende il via il percorso di letture ad alta voce intitolato “Leggere la Shoah“, rivolto a bambine e bambini dai 10 a 13 anni.

Alle 19, a Martina Franca, la Fondazione Paolo Grassi organizza un concerto nel proprio Auditorium, per ricordare la tragedia della Shoah attraverso la musica di compositori ebrei.

Alle 20, presso l’Auditorium Nino Rota del Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari, si terrà il concerto-evento dedicato al Giorno della Memoria, intitolato “Conservare la memoria: immagini, musica e storia“.

Le iniziative del 30 gennaio

Martedì 30 gennaio, alle 10:30, nel Salone degli Specchi della Prefettura di Lecce, si terrà la cerimonia di consegna delle medaglie d’onore a cittadini salentini, concesse dal Presidente della Repubblica, per essere stati deportati e internati nei lager nazisti e destinati a lavoro coatto per l’economia di guerra.

Le iniziative della Teca del Mediterraneo – Biblioteca del Consiglio regionale della Puglia

Lunedì 29 gennaio, alle 15:30, presso il Palazzo del Consiglio regionale, a Bari, si terrà il seminario sul tema “Imi e Memoria pubblica in Puglia” con la proiezione del filmato “Vite di Imi“, visita virtuale del Museo ANRP di Roma e la presentazione di diari, lettere e testimonianze.

Giovedì 1 febbraio, alle 8:30 presso l’aula magna dell’Iiss Gorjux Tridente Vivante di Bari, Antonella Bartolo presenterà il libro “Matite Sbriciolate” (Rubbettino 2018).

Venerdì 2 febbraio, alle 10, presso il Palazzo del Consiglio Regionale, Antonella Bartolo presenterà il libro per bambini dal titolo “Le matite sbriciolate di nonno Antonio” (Voglino Editore 2023).

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli