Manchette
martedì 16 Aprile 2024
Manchette
- Inread Desktop -

La Puglia a Key, l’expo della transizione energetica. Delli Noci: «Idrogeno grande opportunità per il Sud»

Si è chiusa oggi alla Fiera di Rimini, la partecipazione di Regione Puglia a Key, l’expo della transizione energetica, un importante evento europeo dedicato alle tecnologie e ai servizi per l’efficienza energetica e le energie rinnovabili in Italia e nel bacino del Mediterraneo, che ha riunito dal 28 febbraio al 1° marzo circa 800 brand espositori, di cui circa il 35% dall’estero, con numerose aziende di rilevanza internazionale, leader nei propri mercati di riferimento.

La Puglia – con Arti, Acquedotto Pugliese e InnovaPuglia – ha presentato la propria strategia regionale #H2Puglia2030 durante il convegno “Le Hydrogen Valley italiane: reali opportunità per lo sviluppo della filiera idrogeno in Italia?”, organizzato dall’associazione italiana idrogeno H2IT ed Enea, alla presenza del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (Mase), della Regione Emilia-Romagna e di importanti player del comparto.

Le Hydrogen Valley sono dei veri e propri hub per la produzione di idrogeno verde, che mirano a creare ecosistemi integrati che collegano la produzione, il trasporto e l’utilizzo dell’idrogeno in vari settori vari come la mobilità e l’industria.

Ad oggi sono 52 le Hydrogen Valley già finanziate con un investimento di 500 milioni di euro del Pnrr su tutto il territorio nazionale (da realizzare entro il 31 dicembre 2026), di cui 28 nel Mezzogiorno.

L’obiettivo è sostenere la produzione e l’uso di idrogeno verde nell’industria e nei trasporti, ma anche riqualificare zone industriali abbandonate, dando così impulso alle economie locali.

Le Hydrogen Valley, sono elemento fondante della strategia nazionale per la transizione ecologica e lo sviluppo sostenibile e possono giocare un ruolo fondamentale nell’avvio della filiera idrogeno, sfruttando sia fondi nazionali che europei per finanziare infrastrutture e tecnologie all’avanguardia. I progetti concorreranno a ridurre le emissioni di Co2 e, in generale, a promuovere l’uso di energie rinnovabili, con un forte impatto occupazionale.

Gli hub in costruzione creeranno nuovi posti di lavoro, molti ad alta specializzazione, e stimoleranno l’economia locale.

«La Puglia giocherà un ruolo fondamentale nel guidare la transizione energetica», ha commentato l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Alessandro Delli Noci, evidenziando come «la nostra sia una delle regioni del Sud con gli investimenti più ingenti: 5 progetti approvati per un finanziamento complessivo di 40 milioni di euro a fronte di 17 progettualità ammissibili, il numero più alto sull’intero territorio nazionale».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli