Manchette
sabato 20 Aprile 2024
Manchette
- Inread Desktop -

La Puglia celebra i negozi storici: premiate 39 attività operative da oltre 70 anni – VIDEO

Sono 39 le attività storiche pugliesi con oltre 70 anni riconosciute “Patrimonio di Puglia” nell’ambito della Fiera del Levante. La cerimonia di premiazione si è svolta stamattina.

«È stato un momento commovente nel quale aziende antichissime sono state finalmente riconosciute un patrimonio della regione», commenta il governatore pugliese Michele Emiliano. «Questo è un momento importante perché generazioni di imprenditori, di lavoratori si sono succeduti per fare grandi e per far sopravvivere queste aziende, così come tutte le famiglie dei loro dipendenti, ottenendo in questo modo anche un benessere che si è diffuso in tutta la popolazione pugliese», conclude.

La consegna del riconoscimento è la realizzazione di un progetto partito con la legge regionale con cui la Puglia ha riconosciuto le attività storiche e di tradizione che «costituiscono testimonianza della storia, dell’arte, della cultura e della tradizione imprenditoriale del territorio pugliese», aggiunge l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Alessandro Delli Noci.

A maggio scorso sono state 455 le attività storiche pugliesi che hanno ricevuto i primi riconoscimenti di negozio storico, bottega artigiana storica o locale storico e sono state così inserite nell’apposito elenco regionale. Di questi 243 negozi storici, vale a dire unità locali che svolgono attività di commercio al dettaglio in sede fissa o all’interno dei mercati su aree pubbliche; 140 botteghe artigiane storiche, unità locali artigianali che svolgono la produzione, la vendita diretta al dettaglio di beni o servizi; 72 locali storici, unità locali esclusivamente o prevalentemente dedite alla ristorazione o alla somministrazione di alimenti e bevande.

«Si tratta di un marchio identificativo – spiega Delli Noci – che non solo ci consentirà di promuovere il loro straordinario lavoro ma che permetterà loro di beneficiare di numerosi interventi tra cui contributi a fondo perduto, agevolazioni per l’accesso al credito, agevolazioni, premialità o riduzioni per tributi regionali, imposte e tariffe comunali, supporto per i contratti di apprendistato per l’ingresso delle giovani e dei giovani nel mondo del lavoro, premialità nella promozione di bandi regionali per la tutela delle imprese territoriali, promozione dell’Elenco Regionale nei circuiti turistici, promozione di percorsi formativi specifici per titolari e dipendenti per tutelare l’identità delle attività delle imprese storiche e di tradizione del territorio pugliese».

Nelle prossime settimane, ha infine annunciato l’assessore, si terranno sei incontri in ognuna delle province pugliesi per la consegna dei riconoscimenti anche alle attività di 30 e 40 anni e per condividere il percorso di valorizzazione e promozione.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli