Manchette
martedì 16 Aprile 2024
Manchette
- Inread Desktop -

La Puglia istituisce la Giornata regionale della Costa, sarà il 10 aprile 2024: «Un patrimonio da valorizzare» – VIDEO

Il 10 aprile 2024 si terrà la prima Giornata regionale della Costa in Puglia. L’iniziativa nasce dall’intesa tra Regione e Guardia costiera per la promozione del patrimonio costiero e marino e la sensibilizzazione della collettività verso le tematiche del rispetto e della valorizzazione di questo patrimonio.

Di questi argomenti si è riflettuto stamattina durante un dibattito che si è svolto al Politecnico di Bari.

«Le politiche della Regione Puglia per proteggere, curare e valorizzare i nostri circa mille chilometri di costa vanno oltre il demanio marittimo e costiero, impegnando tutti i segmenti della nostra azione di governo», ha affermato il vicepresidente della Regione, Raffaele Piemontese. «Con il Contrammiraglio Vincenzo Leone abbiamo condiviso l’idea che una giornata interamente dedicata alla costa possa valorizzare e far conoscere le diverse peculiarità che caratterizzano questa risorsa di straordinario valore culturale, storico, turistico, economico e ambientale».

La Regione è anche impegnata nella pianificazione di interventi contro l’erosione costiera, «per cui abbiamo messo in campo 30 milioni di euro a disposizione dei Comuni, agli imponenti investimenti su reti idriche, fogne e depuratori che di recente abbiamo disposto per oltre 300 milioni di euro, in aggiunta agli altrettanti che hanno finanziato interventi l’anno scorso», ha aggiunto Piemontese.

La Guardia costiera, ha aggiunto il contrammiraglio Vincenzo Leone, direttore marittimo della Puglia e della Basilicata Ionica, è «al fianco delle istituzioni per favorire un avvicinarsi alla costa in maniera nuova, 365 giorni all’anno con la convinzione che il mare non esiste solo d’estate». Il 10 aprile, Giornata regionale della Costa, «sarà un momento di condivisione di idee di piccolo respiro, cioè applicabili nell’estate del 2024, ma anche di grande respiro, perché l’auspicio è che si arrivi a progettazioni di visione sistemica della costa. Questo significa avere un’idea condivisa della costa e tutti insieme, ognuno per il proprio ambito, fare qualcosa di importante per una parte di territorio fondamentale per l’Italia, visto che l’Italia è tutta costa ed essa è la pelle del paese: la dobbiamo proteggere, la dobbiamo curare e la dobbiamo anche preparare agli eventi climatici che ormai sono un dato di fatto».

La Giornata della Costa «permetterà di parlare delle coste e del loro equilibrio molto delicato», ha evidenziato l’assessora Anna Grazia Maraschio, con un focus anche sui cambiamenti climatici.

«Il mare e la costa per la Puglia rappresentano un poli prodotto turistico – ha affermato l’assessore Gianfranco Lopane -. Questa giornata di condivisione può rappresentare l’inizio di una serie di progettualità e di strategie da scrivere insieme e credo che la partecipazione di vari stakeholders sia significativa e possa accompagnarci nel prossimo futuro a definire tanti aspetti da mettere al centro della nostra attenzione».

All’incontro è intervenuto anche il geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi, che ha sottolineato come non ci sia «economia sana se non c’è biosfera sana. Il nostro obiettivo per il futuro deve essere la qualità, cioè mantenere in buono stato il nostro territorio, non la quantità, che fa inseguire chimere di fatto non perseguibili».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli