Manchette
martedì 16 Luglio 2024
Manchette
- Inread Desktop -

La Regione Puglia sostiene Pmi e professionisti: ecco il Fondo di garanzia mutualistica

«Uno strumento fondamentale per l’accesso al credito e un sostegno concreto alle imprese che vogliono investire o che vivono un momento di difficoltà finanziaria, a cui assicuriamo, attraverso la rete dei Confidi presenti in regione, adeguate risorse per sostenere gli investimenti e quindi la crescita anche occupazionale». Con queste parole l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Alessandro Delli Noci, annuncia la pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione Puglia (Burp) dell’avviso “Fondo di garanzia mutualistica 2021-2027” per la gestione da parte di cooperative di garanzia e consorzi Fidi, un fondo finalizzato alla concessione di garanzie mutualistiche a favore delle micro, piccole e medie imprese e dei liberi professionisti pugliesi.

Tra i principali obiettivi dell’avviso, quelli di promuovere lo sviluppo delle micro imprese e delle Pmi, anche nei processi di internazionalizzazione, favorendo l’accesso al credito mediante la fruizione di garanzie dirette, nonché di valorizzare ulteriormente il ruolo dei Confidi per l’espansione del credito nel territorio visti anche gli importanti risultati ottenuti nella passata programmazione i cui numeri parlano di oltre 3mila finanziamenti concessi per un importo complessivo di circa 480 milioni di euro a fronte di garanzie erogate pari a oltre 350 milioni di euro.

Gli aiuti concessi riguardano, il rilascio di garanzie la cui intensità non deve superare l’80% del prestito concesso all’impresa e che dovrà riguardare la garanzia su prestiti finalizzati agli investimenti, con l’importo garantito dei prestiti che non deve superare 1,5 milioni di euro per impresa; garanzia su prestiti finalizzati all’attivo circolante (come scorte di materie prime e prodotti finiti, spese correnti, ecc.) per un importo garantito dei prestiti non superiore a 800mila euro per impresa.

Le domande devono essere inoltrate unicamente attraverso la procedura pubblicata nel catalogo bandi del portale https://egov.regione.puglia.it/ entro le 23:59 del 25 marzo 2024.

«Voglio ricordare che la Puglia, come dimostrano gli ultimi dati Istat, continua a crescere e a recuperare i punti di Pil erosi a causa delle crisi globali dal 2008 in poi. E cresce anche il tasso di occupazione», evidenzia Delli Noci, spiegando che «questa misura dimostra che la nostra attenzione resta alta e che la visione politica resta la stessa: riuscire, attraverso il lavoro congiunto con altri enti, a sostenere chi è in difficoltà e a valorizzare chi vuole continuare ad investire in Puglia».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli