Manchette
domenica 21 Aprile 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Pasqua, il grande esodo verso la Puglia. Gli agriturismi tra le mete preferite: tutto esaurito da un mese

È un sabato da bollino rosso quello di oggi sulle strade italiane, con la Puglia che è la destinazione più “gettonata” per le festività insieme alla Toscana, la Campania e la Sicilia. A segnalarlo è l’Anas che conta fino a 4 milioni gli italiani che si sposteranno per Pasqua e Pasquetta. Nell’occasione sono stati rimossi 400 cantieri, il 63% di quelli aperti sul territorio nazionale. Un tentativo di facilitare la circolazione che ha coinvolto anche la Puglia, in particolare la Bari, Brindisi, Lecce, dove le attività riprenderanno martedì.

I prossimi due giorni, dunque, saranno un vero e proprio banco di prova in vista della stagione estiva. Le difficoltà nei collegamenti per la regione, a cominciare dalla frana in Campania che ha bloccato il collegamento ferroviario con Roma, non hanno fatto desistere le persone dal scegliere il Tacco d’Italia come luogo dove passare le festività.

Gli agriturismi in particolare stanno registrando il pienone nell’ambito della ristorazione, mentre è comunque ottimo il dato che riguarda le prenotazioni. Stando a quanto riportato da una indagine di Coldiretti, è ancora una volta il contatto con la natura a condizionare le scelte, con le strutture pugliesi che riportano il tutto esaurito da oltre un mese. Un dato confermato anche dalla piattaforma booking.com, che colloca la Puglia all’ottavo posto tra le regioni italiane più ricercate per il lungo weekend di Pasqua.

«Nel tempo gli oltre 950 agriturismi pugliesi hanno qualificato notevolmente la propria tradizionale offerta di alloggio e ristorazione con servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti, come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking o attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici, ma anche corsi di cucina e wellness», afferma la Coldiretti regionale.

A spingere gli italiani verso la Puglia e in generale il Sud è anche il clima, particolarmente caldo in questi giorni e che promette picchi di 32 gradi a Pasquetta in alcune zone. Restano però i rincari che, per il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli, hanno spinto più di qualche italiano a scegliere di rimanere a casa. «Meteo e tensioni internazionali, infatti, non penalizzano la voglia di viaggiare degli italiani.

È necessario, però, sostenere la capacità di spesa delle famiglie accelerando i tempi di applicazione della riforma fiscale», ha sottolineato ieri Sangalli. L’Unione Nazionale Consumatori ha parlato di una vera e propria “stangata di Pasqua”. «I prezzi del trasporto aereo passeggeri», afferma il presidente Massimiliano Dona, «salgono in un solo mese del 17,6% e in particolare i voli internazionali decollano del 20%, collocandosi al 1/o posto dei rincari mensili, seguiti al secondo posto dai voli nazionali con +8%. I pacchetti vacanza internazionali aumentano sempre su febbraio del 3,6%, alberghi e motel e pensioni dell’1,7%».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli