Manchette
venerdì 21 Giugno 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Piano regionale delle politiche sociali: «Evitiamo disomogeneità sul territorio»

È stato un incontro molto partecipato quello tra i sindaci e gli assessori al welfare dei comuni pugliesi e la regione Puglia, che si è tenuto nel Padiglione 152 della Fiera del Levante. Si è discusso del quinto Piano regionale delle politiche sociali.

«Incontri come questo – ha dichiarato il presidente Emiliano – sono importanti per ridare slancio alla relazione tra Regione e Comuni che noi consideriamo fondamentale. Ci attende una grande sfida: la Regione è chiamata a coordinare le azioni ordinarie previste dal Piano regionale delle politiche sociali con le azioni del Pnrr. Dobbiamo rendere omogenei gli interventi su tutti i Comuni e svolgere lavoro di coordinamento,  facendo poi in modo di essere ascoltati dal Governo che ha deciso di centralizzare le spese del Pnrr».
Il presidente della Regione ha sottolineato che servirà una «sorveglianza complessiva, anche da parte dell’Anci che ci deve segnalare prontamente le disomogeneità. C’è infatti il rischio che alcuni Enti locali siano in grado di partecipare pienamente ai bandi in corso e che poi sia difficile per noi perequare, rendere uguale, l’intervento su tutti e 257 i Comuni».
Questo il motivo per cui la Regione ha ritenuto opportuno ascoltare sindaci e assessori al welfare dei comuni per un piano «urgente ed importante, perché sarà un documento col quale anche i Ministeri dovranno confrontarsi e dovranno costruire i loro bandi in modo che siano coerenti con le strategie già in atto con altre fonti di finanziamento».
«Ritengo fondamentale – ha aggiunto l’assessora regionale al welfare, Rosa Barone –  il confronto con tutti gli attori interessati per arrivare a un piano che sia realmente condiviso e quella di oggi è una tappa importante del percorso che abbiamo intrapreso con l’ascolto degli Ambiti, delle Asl, dei sindacati, delle associazioni e degli altri assessori regionali. Per me oggi è un onore essere qui con l’ANCI, i sindaci e gli assessori al Welfare pugliesi  che hanno ruolo fondamentale: dobbiamo far sì che i Comuni siano messi nelle condizioni di intercettare i nuovi bisogni e le fragilità nate con la pandemia».
Dagli incontri con gli Ambiti, ha ricordato Barone, «è emersa la necessità di implementare il personale degli uffici, cogliendo le opportunità offerte dalla normativa in materia di personale, e una maggiore omogeneità dell’offerta dei servizi territoriali  perché solo così potremo intercettare i bisogni delle persone più fragili.  È importante fare rete, perché per ottenere risultati serve lavorare in sinergia».
All’incontro hanno partecipato anche il presidente di Anci Puglia, Domenico Vitto, che ha ribadito la centralità dei Comuni pugliesi nell’essere parte attiva del Piano regionale delle politiche sociali; la direttrice del dipartimento welfare della Regione Puglia, Valentina Romano; il delegato Anci Puglia al welfare, Pasquale Chieco, e la dirigente di sezione del dipartimento welfare della Regione Puglia, Laura Liddo.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli