Manchette
venerdì 23 Febbraio 2024
Manchette

Prevenzione dei tumori: la Puglia premiata dal Politecnico di Milano per l’innovazione digitale in sanità

Sm@rtScreening, la piattaforma multicanale della Regione Puglia che fornisce servizi e informazioni sui programmi di prevenzione oncologica, ha vinto il premio “Innovazione digitale in sanità” assegnato dall’Osservatorio Sanità digitale del Politecnico di Milano, che ogni anno premia i progetti che si sono distinti per la capacità di utilizzare le tecnologie digitali come leva di innovazione e cambiamento nel mondo della Sanità in Italia.

La Regione Puglia, in particolare, ha vinto nella categoria “Analisi dei dati per il supporto alle decisioni”.

Il premio arriva proprio mentre a Bari si svolge, per la prima volta in Puglia, il Convegno nazionale del GISMa, il gruppo italiano screening mammografico, durante il quale la Regione ha presentato le evoluzioni dei programmi di prevenzione dei tumori.

«Un importante riconoscimento che mette in luce l’enorme impegno profuso. Un percorso si sta tracciando: siamo tutti invitati a partecipare: può salvarci la vita», commenta il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

Sm@rtScreening è una piattaforma multicanale che favorisce l’interazione con le persone coinvolte nelle campagne di prevenzione oncologica, offrendo servizi personalizzati e informazioni qualificate.

Il progetto, spiega Vito Montanaro, direttore del dipartimento Promozione della salute, «ha visto il coinvolgimento della sezione Promozione della Salute e del Benessere della Regione Puglia e dei centri screening dei Dipartimenti di prevenzione di tutte le Asl. All’interno della piattaforma è stato implementato anche il cruscotto di Business intelligence per la raccolta e l’analisi dei dati relativi ai contatti realizzati con la popolazione».

Da giugno 2022 ad aprile 2023 Sm@rtScreening ha favorito l’accesso, l’interazione e l’informazione di oltre 390mila cittadini ai programmi di prevenzione per la diagnosi precoce dei tumori. «Tra queste persone – spiega Nehludoff Albano, dirigente del servizio Promozione della Salute e della Sicurezza nei luoghi di lavoro – circa 31mila hanno saputo e confermato dell’appuntamento tramite la piattaforma, non avendo avuta recapitata la lettera d’invito spedita dalla Asl. Pensiamo dunque a quante persone, poi risultate positive, non avrebbero goduto dei vantaggi di una diagnosi precoce senza la piattaforma Sm@rtScreening».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli