Manchette
lunedì 22 Luglio 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Raffaele Sollecito incontra Amanda Knox a Gubbio: «Emozioni contrastanti»

«Ho provato emozioni contrastanti». Lo ha detto all’agenzia di stampa Ansa, Raffaele Sollecito che, a giugno, ha incontrato Amanda Knox a Gubbio.

«L’iniziativa è stata sua, ma l’idea di entrambi», afferma ancora Sollecito. «Ho provato emozioni contrastanti – ribadisce -, sicuramente piacere di stare in buona compagnia. Ma anche tristezza per la tragedia che abbiamo subito».

Amanda e Raffaele vennero arrestati perché ritenuti coinvolti nell’omicidio di Meredith Kercher, compiuto a Perugia, tra il primo e due novembre del 2007, e poi definitivamente assolti.

I due sono ritratti mentre posano a braccetto per le strade di Gubbio. La foto esclusiva è stata pubblicata dal britannico Mirror in quella che viene descritta come la loro prima rimpatriata in Italia quasi dieci anni dopo l’ultimo incontro tra i due negli Stati Uniti.

«Felice e spensierata – scrive il tabloid britannico – l’ex coppia ha visitato la pittoresca città di Gubbio dove avevano in programma di andare il 2 novembre 2007, il giorno in cui la studentessa universitaria di Leeds Meredith Kercher, 21 anni, fu trovata nella sua camera da letto con la gola tagliata e segni di violenza sessuale». Quattro giorni dopo, Sollecito e Knox furono arrestati. «È stato così bello – ha raccontato Sollecito secondo quanto riferisce il Mirror – avevamo programmato di andare lì il giorno in cui è stato trovato il corpo di Meredith. Avevamo programmato quel viaggio perché ovviamente non sapevamo cosa le fosse successo e quel giorno non avevamo impegni. È stato dolce-amaro tornarci perché dovevamo andare lì in circostanze così diverse, ma è stato bello per noi poter parlare di altro» rispetto al processo per la morte di Meredith.

Stando a quanto si apprende, Amanda Knox è tornata a Perugia a metà di giugno dove ha incontrato il suo difensore storico, l’avvocato Luciano Ghirga, insieme all’altro legale Carlo Dalla Vedova e all’ex cappellano della sezione femminile del carcere don Saulo Scarabattoli.

«L’ho trovata bene, tranquilla e affettuosa» ha detto l’avvocato Ghirga. «Prima – ha aggiunto – era forse più estroversa mentre ora è molto mamma, concentrata sulla figlia Eureka».

Poi l’incontro con Sollecito a Gubbio, come riporta il britannico Mirror.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli