Manchette
domenica 14 Aprile 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Il Festival della Cultura paralimpica a Taranto. Mattarella: «Ogni barriera abbattuta è un successo»

«Ogni barriera che si abbatte è un successo per tutta la società». Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo a Taranto all’inaugurazione del Festival della cultura paralimpica. «In questi anni – ha ricordato il Capo dello Stato – il movimento paralimpico è riuscito a far abbattere molte barriere, molti ostacoli e tante persone hanno potuto esprimersi, trovare un nuovo modo di realizzarsi, di far emergere talenti che avevano, superando condizionamenti, ostacoli che comprimevano questi talenti. Sono grandi risultati di cui potete essere davvero fieri come movimento».

Mattarella ha evidenziato che «vi sono un numero sterminato di talenti inespressi ancora, che non trova modo di esprimersi, perchè non viene offerta la possibilità di farlo e questa una sfida importante che riguarda l’intero movimento paralimpico e l’intera società, a partire dal lavoro, e in cui lo sport ha un ruolo fondamentale».

Infatti, ha concluso Mattarella riferendosi ad esperienze raccontate durante la mattinata di atlete straniere affermatesi in Italia, come c’è «un nesso inscindibile tra cultura e libertà, lo stesso vale tra sport e libertà e questa è una dimostrazione di questo legame inscindibile».

Il Festival della Cultura paralimpica, giunto alla quarta edizione, comincia oggi a Taranto e si concluderà venerdì 17 novembre.

Un evento nel segno dello sport, linguaggio universale, a sottolineare la sua capacità di superare limiti, confini e barriere.

Ad accogliere il Capo dello Stato sono stati il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e il ministro per lo Sport Andrea Abodi.

Lo sport, afferma il ministro, «è un linguaggio universale. Lo dice proprio lo spirito di questo appuntamento. Quella dello sport in generale e della cultura paralimpica merita un’ulteriore affermazione che non è solo dettata dalle medaglie, tante, crescenti e un numero sempre più ampio di persone che riscopre la vita in qualche maniera. Una ricerca molto interessante che è stata fatta ci fa sapere che il 75% delle persone con disabilità, quindi degli atleti paralimpici che intraprendono questo percorso sono felici».

Presenti, tra gli altri, il presidente del Comitato italiano paralimpico, Luca Pancalli.

Prima di raggiungere la sala dove si svolge la cerimonia di apertura del Festival, Mattarella ha a lungo visitato la mostra fotografica Corpi a regola d’arte dedicata agli atleti paralimpici e allestita negli spazi dell’Arsenale. Ha poi firmato l’albo d’onore dell’Arsenale. All’ingresso in sala, accolto da un lungo applauso, Mattarella ha salutato gli atleti seduti in prima fila e ha preso posto a fianco del ministro dello Sport, Andrea Abodi.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli