Manchette
sabato 24 Febbraio 2024
Manchette

Taranto, via a quattro giorni di grande boxe con un torneo e le qualificazioni agli assoluti

Quattro giorni di grande pugilato a Taranto. Da oggi e sino a domenica, la base navale della Marina Militare ospiterà sia la 22esima edizione del “Città di Taranto”, che la 101esima dei campionati assoluti italiani con le qualificazioni regionali dai quarti di finale in poi.

Il duplice evento è organizzato dalla Quero-Chiloiro, sotto la supervisione della federazione Pugilistica italiana.

Si consolida sempre più, dunque, il connubio tra la società tarantina e la Marina Militare, che in precedenza ha ospitato altre iniziative nel Castello Aragonese. Il programma della quattro giorni è particolarmente ricco.

Questa sera il via ai quarti dei campionati élite, mentre le semifinali si svolgeranno sabato e le finali domenica. Venerdì 10, invece, tutta l’attenzione sarà rivolta al “Città di Taranto”, la kermesse più importante tra quelle organizzate durante l’anno dalla storica palestra del maestro benemerito Vincenzo Quero, in una inusuale edizione autunnale. Quest’ultima sarà dedicata alla memoria di quattro grandi uomini della boxe tarantina: due ex pugili professionisti e poi tecnici Domenico Chiloiro e Giovanni Carrino e due arbitri internazionali Vincenzo Moscato e Michele Contino.

Nell’occasione debutterà il neoprofessionista tarantino Andrea Ottomano, per la prima volta impegnato con le sei riprese dei grandi della boxe. Il passaggio al professionismo è stato tanto desiderato dal mancino classe ‘99 e guadagnato sul campo, dopo avere disputato 60 match da dilettante di cui 43 vinti, 6 pareggiati e 11 persi.

Il tempo trascorso sul ring gli ha permesso di conquistare un bronzo al Guanto d’oro 2018 e di diventare vicecampione italiano Youth 2017 e vicecampione italiano Assoluti 2022. L’esordio nei mediomassimi, con il peso di 79,378 kg, sarà con l’inglese Nicholas Bethel.

Ottomano si è preparato all’incontro lavorando duro per diversi mesi sino allo sparring in palestra con il professionista Giovanni Rossetti. Il match verrà preceduto dalle competizioni dilettantistiche dei più giovani atleti emergenti, già titolati, della Quero-Chiloiro che si confronteranno con una squadra di pugili proveniente dall’Abruzzo a partire dalle 19.

Il 22enne Rossetti, il 15 dicembre, sarà a sua volta protagonista a Milano di un incontro con Samuel Nmomah, 26enne novarese di origine nigeriana.

In palio ci sarà il titolo internazionale della silver WBC, la cintura con la sigla professionistica più importante al mondo. Rossetti sarà il primo tarantino in assoluto che proverà a mettervi le mani .

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli