Manchette
venerdì 23 Febbraio 2024
Manchette

Un polo di innovazione tecnologica in Puglia: OVS investe 33 milioni. Previste 125 assunzioni – VIDEO

«La Puglia è una terra in piena fase di sviluppo, capace di offrire opportunità di lavoro per i giovani e concrete prospettive di crescita professionale. Se grandi imprese come OVS scelgono di investire qui è anche grazie alle misure di supporto che mettiamo in campo come Regione Puglia e alla sinergia con i Comuni, Università, Politecnico e centri di ricerca». Così il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha accolto il progetto di investimento del Gruppo OVS presentato oggi a Palazzo di Città a Bari.

OVS, che ha investito nel progetto 33 milioni di euro, creerà un polo di innovazione tecnologica e un centro multifunzione in ottica di sostenibilità ed economia circolare che prevede l’assunzione di 125 persone, tra laureati con competenze nel mondo del digitale, dell’intelligenza artificiale e della cyber security e figure specializzate che saranno impiegate nella rilavorazione dei capi e delle attività legate al centro multifunzione.

In questo nuovo polo di innovazione tecnologica il Gruppo OVS concentrerà gran parte del suo programma di sviluppo di progetti ad alto contenuto digitale (risorse dedicate per circa 19 €mln nel triennio 2023-2025) e un innovativo impianto che sosterrà lo sviluppo del Gruppo sui temi che riguardano il riutilizzo dei capi in chiave di economia circolare (investimenti per circa 14 €mln nel triennio 2023-2025).

«Il progetto che OVS intende realizzare in Puglia prevede un centro logistico multifunzione per la gestione dei processi di ricondizionamento dei capi di abbigliamento strettamente collegati ai temi di sostenibilità ambientale ed economia circolare. Un investimento complessivo di circa 33 milioni di euro che comprende anche interventi di automazione intelligente e utilizzo di tecniche di intelligenza artificiale, con 125 nuove assunzioni», ha aggiunto Emiliano.

«Uno dopo l’altro si vanno concretizzando gli investimenti di grandi aziende nazionali e internazionali che hanno scelto di insediarsi nel nostro territorio, in questo caso scegliendo l’area di sviluppo industriale», ha affermato il sindaco di Bari, Antonio Decaro.

«Il progetto di investimento in Puglia si inserisce nel piano di sviluppo previsto per il nostro gruppo in ambito di innovazione digitale, con la creazione di un polo tecnologico e di un centro multifunzione destinato al riutilizzo dei capi in ottica di economia circolare. Abbiamo scelto di investire in questa regione – dice Stefano Beraldo, Amministratore delegato del Gruppo OVS – per la presenza di un ecosistema di poli industriali e imprese con specializzazioni rilevanti, che riguardano il settore dell’abbigliamento-moda. La partnership con il Politecnico di Bari ci offre inoltre l’opportunità di valorizzare le competenze del territorio. Lavoreremo con giovani laureati in possesso dei requisiti necessari per lo sviluppo di nuovi progetti nel mondo dell’innovazione tecnologica. Sono certo che questo importante iniziativa sarà in grado di generare un impatto positivo, sia sotto il profilo produttivo che sociale, e consentirà di creare ulteriori opportunità di crescita anche in futuro».

L’importante investimento di OVS, ha concluso l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, Alessandro Delli Noci, «è la seconda prova, in soli pochi giorni, di quanto la Puglia sia una regione attrattiva, in cui vale la pena investire», dopo l’inaugurazione della nuova sede di Atos a Bari. «Questo progetto – ha concluso -, ha un valore aggiunto perché integra anche attività di gestione e rilavorazione dei capi, grazie alla capacità logistica della città di Bari».

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli