Manchette
martedì 28 Maggio 2024
Manchette
- Inread Desktop -

A Cellamare un nuovo ambulatorio della Asl di Bari: ospiterà servizi sanitari di base e amministrativi – FOTO e VIDEO

A Cellamare, in uno stabile utilizzato durante la pandemia come centro tamponi e per le vaccinazioni, nasce un nuovo presidio territoriale di salute al servizio della comunità.

La struttura di via Gorizia 18, recentemente ristrutturata dal Comune, è stata inaugurata questa mattina.

«Abbiamo avviato l’ennesima struttura territoriale in Puglia che consentirà maggiore comodità ai cittadini e che permetterà di scaricare dalle pressioni gli ospedali più grandi che sorgono qui vicino», commenta il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. «Questo potrebbe diventare a breve un centro di riferimento per i medici di famiglia che qui potrebbero avere macchinari e ambulatori comuni in modo da rendere un servizio migliore alla cittadinanza», ha aggiunto.

Il nuovo presidio avrà dignità di polo sanitario di base, divenendo punto di riferimento per garantire alcuni servizi alla cittadinanza direttamente sul territorio.

Per l’assessore Palese, il presidio di Cellamare è «un buon esempio di assistenza primaria nell’ambito della cosiddetta medicina territoriale e di prossimità. Questa – prosegue – è la strada giusta per avere pronto soccorsi meno affollati, una assistenza diretta ed efficiente oltre che un riferimento molto importante che riguarda la prevenzione».

A disposizione della cittadinanza 270 metri quadrati distribuiti su un unico livello a piano terra, quindi di facile accesso anche per le persone con disabilità, area parcheggio all’esterno, una zona d’ingresso ampia e spazi adeguati per accogliere l’utenza.

Tre i servizi principali che la struttura, ceduta in locazione alla Asl per sei anni, potrà assicurare: centro vaccinazioni, centro prelievi e guardia medica (continuità assistenziale).

«L’esperienza fatta durante la pandemia, quando la struttura è diventata un polo di riferimento per l’intera comunità, oggi diventa la risposta non più emergenziale ma ordinaria per offrire ai cittadini, anche in una piccola realtà, un livello base di servizi sanitari e amministrativi, in grado comunque di far sentire concretamente la presenza dell’azienda sanitaria sul territorio», afferma il direttore generale della Asl di Bari, Antonio Sanguedolce.

Senza dimenticare, come ricordato dal direttore sanitario Luigi Rossi, l’impatto positivo sui cittadini di poter godere di «servizi semplici e utili capaci di dare una risposta immediata in un ambiente nuovo e riqualificato, offrendo comfort e accoglienza».

Soddisfatto il primo cittadino di Cellamare, Gianluca Vurchio: «L’apertura del nuovo presidio Asl di Bari – sottolinea – in ambienti nuovi, ampi e completamente rinnovati, rappresenta un momento di fondamentale importanza per Cellamare. Il nostro comune potrà contare nuovamente, dopo anni di chiusura, su un presidio sanitario importantissimo non solo per Cellamare, ma anche per i Comuni viciniori che, presto, potranno usufruire di servizi essenziali per la collettività. Un sentito ringraziamento va alla Direzione Generale della Asl Bari ed a tutti gli Uffici dell’Azienda, nonché all’Amministrazione regionale, per aver attivamente collaborato al raggiungimento di questo rilevante risultato che si traduce, in termini pratici, in utili servizi alla comunità».

All’interno sono state previste, infine, una sala d’attesa, sala riunioni, deposito e servizi igienici. In più, il direttore del distretto di Triggiano, Francesco Germini, ha riservato una stanza per lo svolgimento delle diverse attività di anagrafe sanitaria: scelta e revoca del medico di medicina generale e del pediatria di libera scelta, esenzioni per reddito, patologia e invalidità, richiesta tessera sanitaria, attivazione fascicolo sanitario elettronico, attivazione carta nazionale dei servizi, acquisto alimenti per celiaci e altri.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli