Manchette
sabato 13 Aprile 2024
Manchette
- Inread Desktop -

Screening mammografico, in Puglia il convegno nazionale GISMa. Palese: «Prevenzione è priorità assoluta» – VIDEO

«È con grande entusiasmo che ospitiamo il Convegno nazionale GISMa 2023. Per la prima volta il nostro Sud si fa scenario di un incontro di tale portata sullo screening mammografico». Così l’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Rocco Palese, durante il convegno “Screening mammografico: impronte, traiettorie, percorsi” cominciato oggi a Noicattaro e organizzato dal Gruppo italiano screening mammografico (GISMa).

«La prevenzione è una priorità assoluta della Regione e avremo occasione di raccontarlo, condividere, ascoltare e ancora e sempre lavorare per la promozione degli screening oncologici», spiega Palese.

La Puglia ospita, per la prima volta, l’edizione 2023 del convegno nazionale, collaborando all’organizzazione con la società scientifica per la prevenzione, la diagnosi e la cura del tumore al seno nell’ambito dei programmi organizzati di screening e annualmente organizza un evento di portata nazionale per discutere di programmi e risultati con i massimi esponenti da ogni regione.

Secondo Antonio Sanguedolce, direttore generale della Asl di Bari, «il 2022 è stato un anno rivoluzionario per il nuovo modello organizzativo degli screening, e per gli investimenti che la Asl ha messo a punto su risorse e tecnologie: una rete di 10 centri, 6 ospedali e 4 poli territoriali, con 17 mammografi digitali, di cui 13 dotati di tecnologia 3D di ultima generazione acquistati e installati a partire dal 2020, con un investimento complessivo di circa 2 milioni e 600mila euro. Abbiamo impresso un’accelerata nel percorso di potenziamento degli screening – aggiunge Sanguedolce -, tanto che nel 2022 l’estensione ha raggiunto l’83%, nonostante il freno imposto negli anni della pandemia. Un trend in crescita confermato anche dall’attività primi mesi di quest’anno: da gennaio ad aprile sono state invitate 25.593 donne con una estensione del 30,27% di popolazione eleggibile, e sono state effettuate 12.366 mammografie con una adesione del 53% sulle invitate, a fronte di 28.229 mammografie eseguite nell’anno 2022. I numeri sono il frutto dello sforzo compiuto dai nostri operatori: medici, infermieri, assistenti sanitari, tecnici di radiologia, gli addetti alla segreteria, ai quali va il mio ringraziamento più grande», conclude il direttore generale della Asl.

Il convegno proseguirà fino a venerdì 19 ed è un’occasione di ascolto e di confronto e aggiornamento sulle attività di screening per la diagnosi precoce del tumore della mammella in Italia.

La prevenzione oncologica si basa su programmi organizzati di screening a cui la popolazione, che rientra in determinate fasce di età previste dai Livelli essenziali di assistenza (Lea), accede gratuitamente e che prevedono l’erogazione di una serie di prestazioni che sono offerte dal Sistema sanitario il quale, mediante le Aziende sanitarie organizza, comunica e monitora l’efficacia dei programmi riservando particolare attenzione all’obiettivo di ridurre le disuguaglianze sociali nella popolazione coinvolta.

Esperti provenienti da tutte le regioni italiane discuteranno da oggi sulle nuove prospettive dei programmi di screening oncologici per la diagnosi precoce del tumore della mammella analizzandone tutti gli aspetti scientifici, tecnici e organizzativi alla luce delle ultime evidenze scientifiche, delle nuove raccomandazioni europee e delle soluzioni tecnologiche all’avanguardia nel settore.

Non mancherà, inoltre, un focus sull’avanzamento del programma di screening mammografico in Puglia, tra limiti storici, rilancio e potenzialità, con un aggiornamento sui dati e sull’evoluzione organizzativa e tecnologica dei programmi di screening verso una gestione completamente digitale. L’evento è, inoltre, occasione fertile per illustrare il percorso che la Regione sta compiendo per ottimizzare la comunicazione per la prevenzione e, in specie, quella relativa alle attività di screening rivolte a tutta la popolazione che rientra nelle fasce d’età previste.

Il convegno GISMa è anche un evento formativo accreditato ECM che consentirà alle diverse figure professionali mediche, tecniche e sanitarie di approfondire diversi aspetti scientifici connessi, tra l’altro, all’innovazione tecnologica e alle nuove metodiche al servizio della diagnosi precoce nonché alle ultime evidenze scientifiche a supporto della gestione dei percorsi di prevenzione oncologica.

- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Inread Desktop -
- Taboola -
- Inread Mobile -
- Halfpage Desktop -
- Halfpage Mobile -

Altri articoli